SHARE

Genova- Scatta sabato la cinquantaduesima edizione del Salone Nautico Internazionale, in programma alla Fiera di Genova fino a domenica 14 ottobre. Gli espositori presenti saranno 900. Le barche esposte saranno oltre 1.400 su una superficie complessiva di esposizione è di 200 mila metri quadrati.

La presidente di Fiera di Genova Spa Sara Armella, nella conferenza stampa di ieri, ha individuato il filo conduttore del prodotto fieristico 2012: “Credo che questa edizione segni un vero e proprio cambio di passo. Abbiamo lavorato molto, sia per rispondere al meglio alle richieste che ci son venute dagli espositori che per arricchire e migliorare l’offerta per i visitatori. Ai primi abbiamo dedicato servizi ad hoc indirizzati soprattutto a una maggiore apertura verso i mercati esteri, lavorando in partnership con Liguria International anche in occasione delle presentazioni fatte a Mosca e Dubai a luglio e a settembre. Un focus particolare è dedicato quest’anno alla ricerca, all’innovazione e al design con la collaborazione dell’Università di Genova e della Florida International University. Per i visitatori invece gli sforzi sono stati indirizzati soprattutto a diffondere e promuovere  quella ‘cultura del mare’ di cui siamo alfieri come organizzatori della manifestazione regina del settore. Da qui siamo partiti per iniziative nuove rivolte soprattutto ai ragazzi e agli studenti collaborando con il Progetto Giovani della Fondazione Carige”.

La planimetria del Salone Nautico 2012. In rosso le aree dedicate alla vela.

“La passione per questo lavoro e per il nostro ruolo di collegamento tra imprese, pubblico e territorio ci spinge a continuare con sempre maggiore determinazione nel percorso di innovazione che abbiamo intrapreso per essere sempre di più al servizio del sistema produttivo”, conclude Armella.

“I dettagli dei numeri saranno resi noti in occasione della presentazione della Nautica in Cifre, ma è noto lo stato del comparto” – spiega il presidente di Ucina Confindustria Nautica, Anton Francesco Albertoni – “abbiamo un export che tiene, a fronte di un mercato nazionale crollato di oltre l’80%. Non è dunque la crisi economica che fa chiudere le nostre aziende, ma sono le storture tipiche del nostro Paese”.

“Per questo Salone abbiamo quindi lavorato su tre direzioni principali – internazionalizzazione, in linea con la grande vocazione all’export del nostro comparto, integrazione con il Made in Italy, alla ricerca di sempre più strette alleanze, e coinvolgimento di nuovi diportisti, che rappresenta uno dei primi scopi della nostra azione – tematiche che si intersecano con i compiti di rappresentanza e confronto con le istituzioni, l’analisi dei dati del comparto, i progetti di ricerca, il sostegno alla competitività e la comunicazione a sostegno delle aziende propri dell’Associazione.  L’attività finalizzata a portare il maggior numero di imprese, anche le piccole, sui mercati esteri, è svolta con continuità da oltre quindici anni e tutto l’anno, insieme al MISE e ICE. UCINA accompagna le aziende alle fiere di tutto il mondo selezionandole fra le più competitive per mercato e settori di riferimento. Sono stati gestiti nel 2012 ben 11 progetti di partecipazione. Ma non ci sono solo fiere. Sono state infatti attuate nuove iniziative volte a favorire l’insediamento nei mercati dei Paesi emergenti, con i Memoranda firmati in Brasile con lo Stato di Santa Caterina, di Amazonas e con Acobar, l’associazione dei cantieri della nautica da diporto. Nonché in Cina, con i Memoranda firmati con la Commerce Commission di Tianjin e con il DIIT della Provincia di Hainan. Con il supporto di Liguria International al Salone sono previsti infine oltre mille incontri B2B fra aziende e operatori professionali provenienti da Brasile, Russia, Turchia, Middle e Far East. Una delegazione dello Stato di Santa Caterina – uno dei più attivi del segmento che realizzerà nei prossimi anni nuovi porti e distretti navali – sarà a Genova guidata dal Segretario alle Infrastrutture Cobalchini a conferma degli importanti accordi stipulati tra Brasile, Italia e Ucina”.

La giornata inaugurale

Il programma di sabato 6, prevede l’arrivo via mare del viceministro per le Infrastrutture e Trasporti, Mario Ciaccia, seguito da picchetto d’onore della Marina Militare e alzabandiera, che si terranno come da tradizione sulla terrazza del padiglione B. Fra le autorità presenti tutti i vertici degli enti locali, con il presidente della Regione Liguria, Claudio Burlando, il sindaco di Genova, Marco Doria e il commissario straordinario della Provincia di Genova, Piero Fossati.

Per la prima volta in 52 anni, gli imprenditori della nautica non parteciperanno alla cerimonia: un gesto simbolico a manifestare la silenziosa protesta di un’industria che chiede solo di poter continuare a lavorare al servizio del sistema economico del Paese.

Dopo l’alzabandiera, ed è una delle novità di questa edizione del Salone, alle 11.30 è in programma il talk show “La nautica e il governo”, che sul palco di Fieracongressi metterà di fronte il viceministro Ciaccia, il presidente Burlando oltre ai presidenti di Fiera di Genova e Ucina: modererà Andrea Cabrini, direttore di Class CNBC. Alla giornata inaugurale saranno presenti anche Guido Improta, sottosegretario del ministero delle Infrastrutture e Trasporti, e Filippo Milone, sottosegretario alla Difesa.

Le novità nel layout espositivo
Il layout della manifestazione, che si sviluppa su quattro padiglioni, due marine e ampi spazi all’aperto fronte mare, si è evoluto in favore di una suddivisione merceologica facilitata da percorsi colorati, facilmente individuabili, che conducono il visitatore direttamente al settore d’interesse prescelto: grigio per gli accessori, rosso per le barche a vela, azzurro per le barche a motore, blu per i superyacht. Tra le novità l’ingresso della subacquea con un’area organizzata da Confisub, un ritorno dopo trent’anni di assenza, e dello shopping accanto ai settori dedicati al turismo, ai servizi e alla strumentazione elettronica nella prima galleria del padiglione S. Importanti novità nel padiglione C: la prima è un’area centrale sulla quale si affacciano gli spazi espositivi dei principali brand dell’abbigliamento tecnico legato al mondo della nautica pensato come un temporary show & shopping space in cui si alternano presentazioni di prodotto, sfilate, conferenze e momenti di confronto realizzati secondo un preciso calendario, mentre sarà continuativa la possibilità di fare acquisti.  Nuova collocazione all’interno del padiglione C per il Teatro del Mare, con un calendario di iniziative che si interfaccerà con quello del temporary show & shopping space. Il Padiglione C conferma comunque il suo ruolo di area dedicata agli incontri B2B:  per un pubblico attento a tutti i dettagli e per gli operatori professionali, il Salone Nautico offrirà Techtrade, la sezione dedicata alla componentistica e agli accessori, che nelle giornate di lunedì 8 e martedì 9 ottobre sarà riservata preferenzialmente a incontri b2b tra gli operatori della filiera nautica.

Centrale il posizionamento della vela in Marina 1, una collocazione ad alta visibilità per le aziende del settore dopo la travagliata estate di contrattazioni per molte di loro. A completare l’offerta accessori e attrezzature per la vela trovano spazio a Mondoinvela nel padiglione D, appositamente riaperto per garantire una continuità funzionale con le imbarcazioni in acqua.

Sport e cultura del mare
Far nascere, risvegliare, rinvigorire la passione per il mare è uno degli obiettivi del Salone Nautico 2012 attraverso un percorso di sport, di cultura del mare e di riscoperta delle migliori tradizioni che si svilupperà attraverso una vasta di offerta di sport acquatici e di laboratori didattici nel villaggio olimpico della Federazione Italiana Vela, nello Stadio del mare e della vela grazie alla campagna Ucina di promozione e diffusione degli sport e della cultura del mare “Navigar m’è dolce” realizzata con il supporto delle Federazioni Sportive degli sport acquatici.

Il Progetto accoglienza
Bus navetta da aeroporto, stazioni ferroviarie e dai principali alberghi cittadini (anche tre stelle) e dal Golfo del Tigullio, un importante stand informativo all’interno del quartiere fieristico dedicato in particolare quest’anno alla diffusione del programma di “GenovaInBlu”: questo il “Progetto accoglienza” organizzato da Fiera di Genova e UCINA in collaborazione con il Tavolo di promozione della città e del territorio (formato da Comune, Provincia, Camera di Commercio e Autorità Portuale di Genova) e con la Regione Liguria. Il complesso dei servizi comprenderà anche un servizio di bus dal Salone al centro cittadino dedicato allo shopping e alla visita della città. In particolare, come lo scorso anno, sono garantiti i trasferimenti dal quartiere fieristico al centro: nel corso della giornata, lo shopping bus per chi desidera recarsi nel centro cittadino e, dalle 18 alle 21, il servizio dedicato agli eventi GenovaInBlu finalizzato a rendere agevole la partecipazione alle molte iniziative del programma del fuori salone.

Orari di apertura e biglietti
Il 52° Salone Nautico sarà aperto tutti i giorni dalle 10 alle 18.30. Apertura serale in programma esclusivamente il primo sabato, 6 ottobre, fino alle 22.30 con uno speciale programma di intrattenimento per il pubblico.
Il biglietto d’ingresso costa 15 Euro,13 il ridotto. Novità 2012 èl’ ingresso gratuito, in tutti i nove giorni di manifestazione, per i ragazzi nati a partire dall’1.1.98 se accompagnati.

Sconti per tutti i tesserati alla Federvela.

www.genoaboatshow.com

LEAVE A REPLY

Please enter your comment!
Please enter your name here