SHARE

Genova- (Maro Giuffré) Mentre la Tunisia attende di conoscere il suo futuro politico con le elezioni importantissime che si svolgeranno in primavera, gli organizzatori delle Carthago Dilecta Est pensano già all’edizione 2013. In occasione della conferenza stampa che si è tenuta al Salone Nautico di Genova, i rappresentanti del Circolo Velico Ventotene hanno illustrato le novità in vista delle regata del 2013.

La partenza è stata fissata per il 5 agosto, e la flotta da Fiumicino raggiungerà Biserta e non Hammamet come nell’ultima edizione. Contemporaneamente partiranno altre regate parallele, dalla Sicilia e dalla Sardegna, che si uniranno alla flotta della Carthago per le prove della Tunisie Sailing Week che toccherà con una serie di costiere Gammarth, Hammamet e Monastir.

In programma anche una regata sulla via del ritorno, da Monastir a Lampedusa, dove le barche verranno accolte dalla locale sezione della LNI.
I problemi inerenti alla stabilità politica della Tunisia preoccupano ma relativamente: la regata, potendo contare sull’appoggio della LNI di Lampedusa, in caso di forti disordini potrebbe cambiare la sua meta di arrivo atterrando proprio a Lampedusa, e mantenendo comunque intatto il suo spirito di prova d’altura mediterranea, che unisce l’Italia con i popoli del Nord Africa.

LEAVE A REPLY

Please enter your comment!
Please enter your name here