SHARE

Trieste- Confermata una Barcolana di vento leggero dopo la Bora sostenuta di oggi. Particolarmente impegnati gli equipaggi di Barcolana Classic Coppa Prosecco, Lega Navale Race, King of the Wind e Barcolana di Notte Jotun Cup. Per domani la Bora di prima mattina lascerà spazio ai venti da sud, e la Barcolana si giocherà, a quanto pare, tra Scirocco e Libeccio.
La Bora di oggi ha rallentato l’arrivo degli armatori del medio Adriatico, e le iscrizioni proseguono in serata. Alle 18, al momento del briefing, erano 1699 gli iscritti.

Pubblico sulle Rive per la giornata della vigilia. Foto Archivio Barcolana / emme&emme

BARCOLANA CLASSIC COPPA PROSECCO CON BORA. IN REALE VINCE COCH-Y-BONDHU – Una Barcolana Classic Coppa Prosecco tra le più ventose e impegnative degli ultimi anni. Oltre 20 nodi di Bora hanno caratterizzato l’evento, creando anche qualche difficoltà alle piccole passere. Alle 10.30, mentre i refoli imbiancavano il Golfo, le settanta barche della Classic hanno effettuato la passerella lungo il Molo Audace per farsi ammirare dal pubblico della Barcolana. Alle 12, puntuale, il colpo di cannone ha avviato la regata a triangolo tra la diga del Porto Vecchio e il Castello di Miramare. In partenza, a seguito di una collisione, lo storico Nibbio di Piero Barcia ha spezzato il suo albero di legno. Recuperato dagli organizzatori, ha dovuto rinunciare alla regata, e anche domani, con tutta probabilità, non sarà in acqua, per la prima volta nella storia della Barcolana.

La regata è stata assolutamente impegnativa per tutti gli equipaggi, che si sono confrontati con le raffiche di Bora sottocosta verso il lungomare di Barcola. Nel corso della regata un’altra Passera ha avuto difficoltà di navigazione, ed è stata recuperata dagli scafi dell’organizzazione. Sul fronte risultati, la vittoria in tempo reale è andata allo scafo Coch-Y-Bondhu. In tempo compensato, prima delle proteste, si considerano solo i risultati per classe.

La vittoria nella classe Epoca è di Irma, seguita da Coch-Y-Bondhu e quindi da Sirius. Per quanto riguarda gli scafi classici, nella classe A, che raggruppa quelli più piccoli, si è imposta Aglaia su Atena e Stella Polare, mentre nel gruppo B, tra i grandi, Bufeo Blanco è riuscito a mettere la propria prua davanti a Auriga e Kerkyra I. Anche gli scafi disegnati dalla felice matita di Sciarelli sono stati divisi in due categorie: tra i grandi, primo posto per Antina G, seguita da Tizianu IV e Cicaboba 2. Tra gli Sciarelli di dimensione minore, nel gruppo B, la classifica vede al primo posto Sharazade, seguito da Auriga e al terzo posto da Atena. Nella classe Catboat, la regata è stata vinta da Half Moon. Tra le Passere, vince Attica, che precede Wood kinds e Pamina. Da segnalare la bellissima prova della Passera Karina, con a bordo tre giovani atleti della Svbg, Maria Vittoria Marchesini, Nicolas Starc e Filippo Safred. Ultima classe, ma non meno prestigiosa, quella delle Veteran Olimpic class: vince il dragone Buriana, seguito dal cinque metri stazza internazionale Twins.

Un momento della Barcolana Classic. Archivio Barcolana / emme&emme

CON LE STELLE OLIMPICHE IL PALLONCINO ROSSO DI SAVE THE CHILDREN – Oggi il palloncino rosso, protagonista della campagna “Every One” di Save The Children contro la mortalità infantile, ha fatto tappa a Trieste con un  evento di sensibilizzazione che si è svolto in Piazza Unità. In attesa della regata di domani, le Stelle Olimpiche, gruppo di campionesse olimpiche e olimpioniche di varie discipline, ambasciatrici dell’iniziativa in occasione della Barcolana, hanno partecipato all’evento. L’equipaggio rosa, formato da Noemi Batki (Tuffi), Chiara Calligaris (Vela), Myriam Cutolo (Vela), Elisabetta Marin (Lancio del Giavellotto), Giovanna Micol (Vela), Larissa Nevierov (Vela), Ibolya Nagy (Tuffi), Alessia Pieretti (Penthatlo Moderno), Karen Putzer (Sci Alpino), Federica Salvà (Vela), Marta Zanetti (Vela Paralimpica), è stato protagonista di un momento ludico assieme agli alunni dell’Istituto “Weiss”, volto a sensibilizzare i più piccoli sulle cause della mortalità infantile. Secondo Save The Children al giorno d’oggi un bambino su tre muore a causa della malnutrizione nei Paesi più poveri ma, al tempo stesso, nel mondo 1/3 della produzione agricola globale viene sprecata o venduta. Il 10% della popolazione del Friuli Venezia Giulia spreca tuttora del cibo quotidianamente.

L’ACCADEMIA NAVALE DI LIVORNO PRESENTA IL TAN ALLA BARCOLANA – L’Accademia Navale e la città di Livorno hanno presentato oggi alla Barcolana, la 30° edizione  del “Trofeo Accademia Navale e Città di Livorno” che avrà luogo tra il 20 aprile e l’1 maggio del prossimo anno. L’appuntamento dal respiro internazionale, conosciuto come TAN, vuole essere un punto di incontro per il mondo agonistico della vela. La regata, caratterizzata nelle passate edizioni dalla partecipazione di 16 classi, 290 imbarcazioni e 1100 regatanti provenienti da 20 Paesi, riceverà un ulteriore impulso con l’ingresso di nuove classi. Come per la Barcolana, sarà allestito un villaggio a terra dove si concentreranno eventi e manifestazioni particolarmente rivolte al sociale. Ne sono un esempio la raccolta fondi che sarà devoluta a scopo benefico, il concorso il Mare e le Vele ed il Villaggio Salute.

VINCENZO ONORATO: QUI A TRIESTE C’E’ LA VERA VELA – E’ stato presentato questa mattina il progetto Verve Media Company con il patron di Mascalzone Latino, Vincenzo Onorato. L’iniziativa, prevede la realizzazione di un documentario dove i protagonisti in Barcolana saranno otto ragazzi con sindrome di Down che sull’imbarcazione “La Poste” parteciperanno alla regata. “Trieste, simbolo della vela nel Mediterraneo, e la Barcolana, – afferma Onorato – mi hanno dato la spinta per accettare l’avventura “La Poste”. Condividere questa esperienza con i ragazzi di Mascalzone Latino significa entrare veramente nello spirito di questa città e della vera vela, che è fatta di amicizia, simpatia e soprattutto amore”.

VILLAGGIO, LA FESTA E’ QUI – Le Rive sono pronte ad accogliere la Barcolana. Da una settimana, il viavai di famiglie, sportivi e appassionati fra gli stand del Villaggio anima la quotidianità con la tipica atmosfera di festa che precede la regata. Bambini, velisti, barche che vanno e vengono dagli approdi, attrazioni di tutti i tipi e profumi che attirano il palato: è questa la frenetica e vivace routine che in questi giorni ha preparato la città al grande evento, fra supposizioni sul meteo e interessanti convegni da seguire nella Portocittà Arena Barcolana. Anche domani una nutrita agenda di eventi a terra coinvolgerà il pubblico in attesa di conoscere i vincitori della 44a edizione della regata. Nella Portocittà Arena Barcolana, dalle 11.30 alle 15.00, la scena sarà tutta per il jazz, con il concerto dei Dixi Fire. Alle 12, invece, sapore di tradizione al Molo Audace, con l’esibizione del gruppo folkloristico lucano “La Tarantella”. Alle 15, in Arena, partirà invece l’asta delle opere dei pittori amburghesi in mostra a Trieste, realizzata in collaborazione con la Casa d’Aste Corsia Stadion e l’arch. Marianna Accerboni. Infine, alle 16, l’interessante flashmob di Barcolana Danza, realizzato in collaborazione con l’Associazione Danza Di.E.Ci.

www.barcolana.it

LEAVE A REPLY

Please enter your comment!
Please enter your name here