SHARE

Malta- Una Rolex Middle Sea Race così lenta non la si vedeva da anni. Il sistema di alta pressione pare essersi centrato proprio sulla Sicilia lasciando alla flotta degli 83 yacht in regata solo misere ariette. Alle 00:15 di martedì notte, Esimit Europa era ancora al passaggio da Favignana, dopo aver percorso nelle ultime 5 ore da San Vito lo Capo appena una ventina di miglia. A San Vito erano i duellanti tra i Minimaxi, Ran e Stig, separati da meno di un miglio e impegnati in un match race sin dalla partenza da Malta. In generale le condizioni sembrano favorire i race medio-piccoli. Al passaggio da Stromboli la classifica in compensato IRC, che assegna la vittoria overall, vedeva in testa il Marten 49 tedesco Speedy davanti al J22 Artie.

Nonostante la bonaccia lo spettacolo dello Stromboli è sempre indimenticabile per i regatanti della Rolex Middle Sea Race. Foto Arrigo Rolex

“Siamo all’altezza di San Vito Lo Capo” esordisce al telefono Lorenzo Bressani, tattico di STIG “il vento è sempre molto leggero quasi assente. Abbiamo avuto 18 nodi per poche miglia nello stretto di Messina, ma poi praticamente più nulla. La media fino ad oggi non supera i 4 nodi. Con Ran stiamo facendo un vero e proprio duello uno contro uno, alternandoci al secondo posto. Davanti a noi, infatti, c’è soltanto Esimit Europa 2 che però è ben più grande e veloce sia di STIG che di Ran”.

“E’ lunga, è lunga” gli fa eco Francesco de Angelis, con il quale scherziamo sulla sua proverbiale superstizione chiedendogli se ha provato a fare la danza del vento “Noi abbiamo già fatto tutto quello che era possibile, ma non ci siamo riusciti. Provate ad aiutarci voi da terra. Le previsioni meteo per le prossime ore non ci danno molte speranze. Al momento l’arrivo a Malta è stimato tra la notte di giovedì prossimo e la mattina di venerdì. Il problema è che una volta doppiate le Egadi, il percorso della regata ci porterà in mare aperto sulla rotta per Pantelleria e Lampedusa e, se l’alta pressione dovesse continuare a insistere sul Mediterraneo, rischiamo di rimanere in bonaccia in mezzo al canale di Sicilia”.

Il tempo limite per tutte le imbarcazioni iscritte scadrà sabato 27 ottobre alle ore 8.00. Resta ovviamente imbattuto il record di percorrenza della Rolex Middle Sea Race (606 miglia), stabilito nella burrasca del 2007 dal maxi americano Rambler con l’incredibile tempo di 47 ore, 55 minuti e 3 secondi.

http://www.rolexmiddlesearace.com

LEAVE A REPLY

Please enter your comment!
Please enter your name here