SHARE

Riva di Traiano- Iniziato in condizioni decisamente difficili, con vento forte e mare mosso, il XXIV Campionato Invernale Riva di Traiano – Trofeo Paolo Venanzangeli. Oggi, a presiedere il Comitato di Regata c’era Carlo Gargaglia che ha dovuto aspettare che il vento, di intensità fra i 20 e i 25 nodi, si stabilizzasse e ha poi dato il via alle oltre 50 imbarcazioni partecipanti.

La regata odierna, lunga 7,31 miglia per la categoria regata, è stata vinta nella classifica IRC dal First 45 “Vahiné 7- Nyl” di Francesco Raponi, seguito dal First 40 “Lancillotto” di Alberto Ammonini, mentre terzo è lo Swan 45 “Ulika” di Andrea Masi. Citazione d’obbligo per il fuoriclasse Pietro D’Alì che, reduce dal recente Tour de Corse, ha regatato sul piccolo Sun Fast 3200 di Nino Merola e si è piazzato oggi 6°.

La classifica ORC vede al primo posto l’Adria 49 “Ars Una” di Vittorio Biscarini, seguito da “Vahiné 7 – Nyl”, con “Ulika” terzo.

Nelle altre due divisioni, si è coperto un percorso ridotto lungo 3,63 miglia. Nella “Crociera” vittoria del Sun Odyssey 44 “White Pearl” di Roberto Bonafede, seguito dall’Hanse 430 “Twins” di Francesco Sette e dal First 41 S “Vulcain” di Giorgio Nardi.
In “Gran Crociera” vittoria di “Ars Vivendi”, Bavaria 40 di Giuseppe Massoni, seguito da “Brezza II”, Grand Soleil 39 di Smacchi/Ghigo/Tombolini. Terzo il Bavaria 35 match “Istericasissi” di Giuseppe Terenzio.
Il XXIV Campionato Invernale Riva di Traiano è sponsorizzato quest’anno da NYL abbigliamento sportivo e dalla veleria North Sails.

 

Sulla prima giornata dell’Invernale di Riva di Traiano, riceviamo e pubblichiamo questa nota da parte di un lettore:

“Con la presente mi permetto di segnalare alcuni fatti accaduti ieri nel campo di regata di riva di Traiano. Innanzitutto, come peraltro è abitudine del comitato e nonostante ripetute rassicurazioni, siamo stati tenuti in stand-by per circa un’ora e 40 minuti con mare mosso e vento forte, nonostante il vento fosse assolutamente stabile come intensità e direzione. Probabilmente, come conseguenza di tutto ciò, ci sono state tre persone cadute in acqua, fra cui il Sottoscritto. Codesto campionato è sicuramente molto gradito a tutti quanti noi e ancora piuttosto frequentato, a vedere i numeri. Farebbe molto piacere al Sottoscritto, ma penso anche a qualcun altro, che i tempi fossero ottimizzati tenendo conto che siamo tutte persone che al mattino devono presentarsi in ufficio o comunque nel luogo di lavoro”. (Francesco Vulterini)

Agli organizzatori, ovviamente, il diritto di replica.

LEAVE A REPLY

Please enter your comment!
Please enter your name here