SHARE

Dun Laoghaire, Irlanda- Il kitesurf Race sostituisce definitivamente Il windsurf alle Olimpiadi. Il verdetto finale, che segna una svolta epocale nella storia e’ stato preso oggi presso Dublino in Irlanda nel corso dell’ISAF Annual Conference, dove il Council ha confermato la decisione presa a Stresa nel maggio 2012. Alle Olimpiadi di Rio 2016 non sarà quindi presente la classe RS:X sostituita dal Kiteboard.

Simone Vannucci inizia un lato di poppa

La Campionessa Olimpica Alessandra Sensini ha dichiarato: “Certo, non sono soddisfatta di come sono andate le votazioni. Ritengo che una delle motivazioni più importanti per non riaprire il caso sia stata che ISAF riteneva che così facendo non avrebbe dimostrato coerenza e avrebbe perso in credibilità. Per me credibilità significa che quando la maggioranza chiede che il caso venga ridiscusso, questo venga riaperto. E’ vero che non è stato raggiunto il 75% del voto a favore, ma oltre il 50% aveva dato l’assenso alla riapertura. Anche la Commissione Atleti ne aveva fatto domanda e la petizione popolare aveva raccolto circa 30.0000 adesioni.”

All’inizio della sessione pomeridiana il Presidente ISAF Goran Petersson ha illustrato la procedura per la discussione e votazione della Proposta (Submisison) 055-12 che prevedeva la presenza delle classi RSX femminile e maschile ai Giochi Olimpici di Rio 2016.

Alessandra Sensini, un oro, un argento e due bronzi alle Olimpiadi con il windsurf. Foto Borlenghi

Gli eventi ed equipaggiamento Olimpici sono definiti nella Regulation 23.1.4 e si stabilisce altresì che il Consiglio possa apportare cambiamenti a tale Regola e ai tempi descritti in Regulation 23.1.3 solo se vota a favore della mozione di cambiamento il 75% degli aventi diritto al voto. Se non viene raggiunta tale maggioranza del 75% allora restano validi gli Eventi ed Equipaggiamento confermati all’ISAF Council nel maggio 2012.

La maggioranza di membri del Consiglio ha espresso il proprio punto di vista.

La proposta per riaprire il dibattito sulla mozione non ha ricevuto il 75% dei voti da parte dell’ISAF Council e quindi vengono confermati gli eventi e l’equipaggiamento deciso in maggio 2012 con quindi il Kiteboard che sostituisce la classe RS:X maschile e femminile.

L’ultimo possibile passaggio si potrebbe avere all’Assemblea Generale ISAF Member National Authorities domani, 10 novembre. I membri presenti all’AGM rivedono tutti i Regolamenti creati o emendati in maniera sostanziale dal Consiglio dall’Assemblea Ordinaria Precedente che si è svolta novembre 2011. Come da statuto ISAF le decisioni all’Assemblea Generale vengono prese a maggioranza semplice dei presenti e degli aventi diritto al voto.Tale possibilita’ appare remota.

Domani, sabato, In programma l’elezione del nuovo Presidente, candidato Carlo Croce insieme all’australiano Killett e al portoricano Tulla, e di sette Vicepresidenti con gli italiani Alberto Predieri e Riccardo Simoneschi nella rosa dei candidati per il 2013-2016.

Oggi sono stati approvati anche i “core events” per i Giochi del 2020, ovvero quelle classi già sicure dello status olimpico per i prossimi 8 anni. Sono:

Men’s One Person Dinghy – Laser
Women’s One Person Dinghy – Laser Radial
Men’s Skiff – 49er
Women’s Skiff – 49erFX

www.sailing.org/news/32795.php

www.federvela.it

6 COMMENTS

  1. Grandi cambiamenti nella vela.. dalla coppa al Kitesurf…Un bene un male….vedremo…buon vento a tutti.

  2. Definitivo il Windsurf e non il kitrace alle Olimpiadi. IL WINDSURF RESTA DISCIPLINA OLIMPICA IN CAMPO MASCHILE E FEMMINILE
    L’Assemblea Generale dell’ISAF ha bocciato l’esclusione del Windsurf con una maggioranza del 51,3% contro il 40% del Kite (113 votanti, 58 Windsurf, 45 al Kite, 10 astenuti).

    • Ciao Vincenzo, lo sappiamo e abbiamo scritto in tempo reale. Questa che commenti era la news del giorno prima al Council, il giorno dopo abbiamo pubblicato la notizia del voto favorevole al windsurf uscito dall’Assemblea.

      ciao

LEAVE A REPLY

Please enter your comment!
Please enter your name here