SHARE

Las Palmas de Gran Canaria- Se la rotta per Guadalupa sarà irta di ostacoli, anche quest’ultimo trasferimento da Las Palmas a Dakar si sta rivelando non facile per il Team Jrata Wullsci-Leger Group di Andrea Rossi e Luca Tosi. La coppia italo-ticinese non vedono l’ora di partire per le coste africane e mettersi in stand-by in attesa di una finestra meteo favorevole per tentare il record di traversata atlantica in cat non abitabile. Ma Alessandro Pezzoli, meteorologo e routier della coppia, uomo di lunga esperienza in diversi settori della vela professionale, è stato abbastanza categorico:”Rimandare la partenza ad almeno martedì 04/12/2012 ore 12.00UTC e possibilmente prevedere la partenza per giovedì 06/12/2012”.

Andrea Rossi e Luca Tosi con il loro catamarano a Las Palmas de Gran Canaria

Il tempo alle Canarie sta migliorando, ma il tempo sulla rotta evidentemente no. La priorità è quella di essere pronti per il tentativo di record al massimo delle possibilità fisiche e tecniche di tutto il Team, barca compresa.

C’è tempo però per le riflessioni e per capire che il traguardo che si sono posti è abbastanza tosto: “I francesi che detengono il record sono due velisti notevoli – commenta Luca Tosi – e hanno un curriculum che fa paura. Batterli non sarà facile. Pierre Yves Moreau, tanto per dare un metro di paragone, era a bordo di Banque Populaire quando hanno fatto il record sul giro del mondo e Benoît Lequin mi sembra sia su un Mod 70”.

“Comunque siamo più leggeri e questo è un vantaggio – puntualizza Andrea Rossi – Pesiamo poco, come equipaggio siamo 40 kg circa in meno dei francesi (e più o meno anche di Tullio Picciolini e Matteo Miceli). Rispetto a loro partiamo senza acqua, ma con 2 dissalatori che pesano in totale 7 kg contro i circa 80 kg di acqua che si sono portati in giro gli altri… tanta roba su una barca che pesa solo 260 kg”.

www.jrata.ch

2 COMMENTS

LEAVE A REPLY

Please enter your comment!
Please enter your name here