SHARE

Valencia, Spagna- Un nuovo modo di allenarsi unendo le potenzialità dei migliori in un ambiente ideale sotto la guida di persone d’esperienza. Questa è l’idea alla base della Dinghy Academy aperta da Luca Devoti a Valencia che abbiamo visitato nei giorni scorsi. Grazie al clima ideale della città che ospitò l’America’s Cup 2007 e 2010, al vento sempre presente, alle strutture ampie e facili del Real Club Nautico de Valencia presso cui la Dinghy Academy opera, Luca Devoti è ormai giunto alla seconda sessione di allenamenti per i finnisti e i D-Oners che utilizzano le barche messe a disposizione dalla Devoti Sailing. Il programma prevede attivazione e bicicletta al mattino, relax nella sala audiovisivi-ufficio della Dinghy Academy, pranzo, due ore tirate in acqua e palestra alla sera. Il tutto sotto la guida dello stesso Luca Devoti, head coach poliglotta (parla correntemente cinque lingue) che segue anche lo sviluppo tecnico dei materiali con barche, vele North e alberi Concept (in sinergia con Michele Marchesini), fisioterapista, logistica, preparatore atletico, fotografa, largo uso di videocamere GoPro per analizzare il comportamento a bordo.

Luca Devoti alla sua Dinghy Academy a Valencia
Luca Devoti alla sua Dinghy Academy a Valencia

Abbiamo assistito a sedute in acqua con vento forte, medio e leggero, il tutto con gran relax ma anche lavoro attento e personalizzato. Presenti erano lo sloveno Vasilij Zbogar, due volte medaglia olimpica nei Laser e sesto a Weymouth nei Finn, lo svedese Max Salminen, oro olimpico come prodiere della Star di Freddy Loof passato al Finn per questo quadriennio, l’uruguayano Alejandro Foglia, ottavo nei Laser a Weymouth, l’italiano Giuseppe Pontremoli per i D-One. Nelle settimane scorse si sono visti a Valencia atleti tedeschi, argentini, turchi, cechi. Ci auguriamo che tale Academy ospiti presto anche alcuni dei migliori velisti italiani impegnati nelle classi olimpiche.

Questo il video che abbiamo realizzato, con Luca Devoti che (in italiano e inglese) ci illustra il concept della sua nuova idea:

www.dinghyacademy.com

 

1 COMMENT

LEAVE A REPLY

Please enter your comment!
Please enter your name here