SHARE

Varazze- (Mauro Giuffré) Condizioni impegnative a Varazze per la terza prova dell’Invernale del Ponente: Tramontana rafficata da 16 a 28 nodi, freddo pungente e cielo plumbeo. Purtroppo si segnala anche un disalberamento: una strapuggia durante il primo lato di poppa ha causato il cedimento, all’altezza del tangone, dell’albero del Class 33 Outlaw di Giovanni Tissone. Illeso l’equipaggio, al quale auguriamo il rientro in acqua al più presto.

Una fase della regata di ieri. Foto Giuffré
Una fase della regata di ieri. Foto Giuffré

Il protagonista della regata è stato il Sun Fast 32 Hakuna Matata di Massimo Zanotti, tattico Pietro D’Alì, che si è aggiudicato la prova sia in ORC che in IRC overall, dimostrando un grande passo con vento forte. Dietro Hakuna in ORC si piazzano l’X46 X-Blues di Roberto Iorio e l’X382 Brancaleone di Ciro Casanova. In IRC overall secondo posto per Just Joke di Marcello Maresca, terzo X-Blues.

Per la classifica generale Orc dopo tre prove: guida X-Blues con 36 punti, seguito da Hakuna Matata con 37, terzo il Comet 41s di Guido Tabllini con 39.5. Per la generale IRC: primo X-Blues con 41, secondo Just Joke con 45, terzo il J92 Robi e 14 di Massimo Schieroni con 45 punti.

La barca disalberata
Il Class 33 Outlaw disalberato. Foto Giuffré

Per la classe diporto vittoria overall di giornata per il Dehler 39 Vitamina di Angelo Zelano, davanti al Sun Fast 37 Musa di Fabio Costa, terzo il First 36.7 Outsider di Ernesto Moresino. Alla luce delle tre regate disputate in testa alla classifica generale c’è Musa, secondo Outsider, terzo l’Oceanis 331 Bilbo di Mario Scolari.

L’equilibrio in acqua, come spesso accade all’Invernale del Ponente, è stato massimo: il campo di regata di Celle Ligure per la particolare conformazione dell’orografia, regala sempre condizioni meteo variabili, un vero rebus per i tattici. Nella terza prova disputata il lato destro, solitamente buono nelle giornate di tramontana, si è rilevato una trappola: sul lato sinistro un forte canale d’aria in rotazione a nordovest ha permesso a chi ha azzardato l’opzione tattica di guadagnare bene fin dalla prima bolina. A causa del previsto peggioramento delle condizioni meteo il Comitato di Regata ha ritenuto opportuno non disputare la seconda prova di giornata.
Si torna in acqua il 26 e 27 gennaio: in programma quattro prove che cominceranno a pesare sulla classifica generale.

2 COMMENTS

LEAVE A REPLY

Please enter your comment!
Please enter your name here