SHARE

Cagliari- L’open 50 Vento di Sardegna di Andrea Mura è stato sottoposto ieri a un test di sbandamento in vista dei prossimi appuntamenti oceanici. I dati rilevati sono in elaborazione presso lo studio Felci Yacht Design, per la progettazione di un nuovo siluro più leggero e affusolato dell’attuale a vantaggio di un incremento delle performance. L’operazione si è svolta presso il Marina di Sant’Elmo in loc. Su Siccu a Cagliari.

Vento di Sardegna durante la prova di sbandamento
Vento di Sardegna durante la prova di sbandamento

Il nuovo siluro verrà realizzato in piombo con fresa a controllo numerico dalla Seasmart di Pesaro. Il Gruppo Grendi che opera da oltre 180 anni nel trasporto di Container curerà il viaggio del siluro. VDS è stata poi disalberata dalla gru di AR Multiservice per un certosino controllo di tutte le attrezzature.
L’evento è stato seguito da molti appassionati e dal TGR Rai Sardegna.

L’innovativa Future Fibres con sede a Valencia (Spagna), doterà VDS di un nuovo sartiame custom in fibra di carbonio ad altissima tecnologia che sostituirà l’attuale in tondino di acciaio per una maggior leggerezza e resistenza.

Nel frattempo all’interno del Parco Naturale di Molentargius, nella sede della Veleria Andrea Mura sail design a Cagliari, sono in fase di progettazione e costruzione le nuove vele per VDS high tech in fibra di carbonio e kevlar, più leggere e performanti delle precedenti ormai a riposo dopo quattro anni di uso intenso e 30 mila miglia percorse.

il video:

www.ventodisardegna.it

1 COMMENT

LEAVE A REPLY

Please enter your comment!
Please enter your name here