SHARE

Puerto Montt, Cile- Dopo aver doppiato Capo Horn a tempo di record, inizia ora per Maserati la corsa contro il tempo per battere addirittura il prima assoluto di Gitana 13 arrivando a San Francisco prima dei 43 giorni, 3 minuti, 38 secondi, media di 13,5 nodi, impiegati dal maxi cat da 110 piedi nel 2008. Come detto più volte il confronto con Aquitaine Innovations era vinto in partenza e dopo 24 giorni di mare il vantaggio di Maserati sul record per un monoscafo è di quasi 2.000 miglia. Si tratterà solo di scoprire di quanto Giovanni Soldini e compagni riusciranno ad abbassarlo.

Maserati al traverso nella giornata di ieri
Maserati al traverso nella giornata di ieri

Quello che è inceve, tecnicamente assai interessante è seguire la possibilità concreta che Maserati riesca addirittura a battere il record assoluto. Non sarà facile, anzi quasi impossibile vista la differenza tra un Volvo 70 e un Cat da 110 piedi. la sensazione, però, è che Maserati riuscirà probabilmente ad avvicinare davvero molto quei 43 giorni. Le prime miglia dopo Capo Horn si sono risolte in una discesa fino ai 57° Sud per uscire dallo zoccolo continentale sudamericano per poi iniziare una veloce bolina larga-traverso che ha portato oggi Maserati a lasciare i 50° S. Nella serata di giovedì, il Volvo 70 italiano sta attraversando il centro di un’Alta Pressione e ha rallentato, pur mantenendo un vantaggio di circa 60 miglia sul tempo di Gitana 13. Già da domattina, Maserati, dopo essersi opportunamente allontanato dalle coste del Cile, dovrebbe riprendere a guadagnare verso nord. Dopo 24 giorni, la media complessiva di Maserati è di 13,01 nodi.

“Stiamo procedendo verso nord con tre vele a prua”, diceva oggi alle 14 Giovanni Soldini, “Siamo contenti perché la temperatura dell’acqua si è alzata di un paio di gradi e si sente la differenza. Il freddo è un po’ meno intenso. Per stasera ci aspettiamo il passaggio di un’alta pressione che ci  toglierà il vento del tutto o quasi. Ripartiremo quando il centro dell’alta si sposterà ancora più a est, tra noi e la costa. A quel punto entreremo in una depressione che ci darà purtroppo venti da nord, nord ovest e poi da ovest. Ci vorranno un paio di giorni abbondanti per ritrovarci finalmente al traverso, verso l’aliseo del Pacifico del sud. Nel frattempo ci godiamo queste ultime ore di vento”.

Interessante è l’analisi del nostro opinionista Marco Nannini che così ha commentato la situazione attuale nel suo Facebook:

“Ora hanno un meteo interessante davanti a loro, c’e’ un corridoio sottocosta di venti portanti che però si chiuderà fra 48-72 ore trasformandosi in venti contrari, quindi devono insistere su questo bordo e continuare ad allontanarsi dal Cile e potrebbero continuare bene per ancora almeno 3 giorni e forse oltre… quindi almeno per ora ci sono le carte per continuare bene… Gitana era andata troppo sotto costa inizialmente ed era stata costretta a tante strambate per uscire… pur con velocità più alte di quelle che potrebbe tenere Maserati la loro VMG era solo così così e dopo le Galàpagos avevano rallentato… io continuo a fare il tifo e vedrete che non saranno cosi’ lontani dal farcela… devono percorrere 301 miglia al giorno e tenere la media dei 12.56 per le 5.776 miglia residue. Adesso sono oltre 24 ore che tengono medie intorno ai 15-16 nodi e devono sfruttare al massimo questi momenti per compensare per le miglia più lente che toccherà fare in altri punti… dal maxi cat da 110 piedi”.

maserati.soldini.it

 

2 COMMENTS

LEAVE A REPLY

Please enter your comment!
Please enter your name here