SHARE

Les Sables d’Olonne, Francia- (Mauro Giuffré) Jean Pierre Dick ci prova: già questa notte o alle prime luci dell’alba di domani domenica lo skipper di Virbac Paprec 3 lascerà il suo ormeggio galiziano di San Ciprian per attraversare il Golfo di Biscaglia e coprire le 291 miglia che lo separano da Les Sables e dal traguardo del Vendée Globe. Il suo arrivo è previsto nella giornata di lunedì ma se così non fosse le cose potrebbero mettersi male: una depressione molto profonda è in arrivo nella giornata di martedì con vento da ovest intenso, una situazione che obbliga Dick a coprire nel minor tempo possibile queste 291 miglia, anche a costo di rischiare qualcosa ma evitando così il peggio in arrivo.

Jean Pierre Dick attraverserà la Biscaglia senza la chiglia
Jean Pierre Dick attraverserà la Biscaglia senza la chiglia

Le previsioni meteo soprattutto per domani mattina sembrano essere dalla sua, con un vento da nordovest intorno ai 15 nodi che consentirebbe a Virbac Paprec 3 una buona navigazione pur senza la chiglia. Lo skipper di Nizza è pronto dal suo ancoraggio in Galizia e deciso a lottare fino alla fine: “Vedrò le previsioni e partirò stasera o domattina. Dovrei essere a Les Sables lunedì. Il mare è ancora caotico con onde enormi. Per questo motivo non posso aspettare e voglio partire il prima possibile. Una grande depressione è in arrivo martedì, sarà meglio essere a Les Sables prima”.

Ai fini della classifica resta molto interessante la lotta infinita tra Jean Le Cam di Synerciel e Mike Golding con Gamesa per il quinto posto. L’inglese al rilevamento delle 20 ha 68 miglia di vantaggio dopo essere stato dietro a lungo nella risalita dell’Atlantico. Per i due sembrano profilarsi scelte diverse: Le Cam a ovest dell’anticiclone delle Azzorre mentre Golding su una difficile rotta est con molta bolina. Les Sables per entrambi dista ormai poco più di 1000 miglia.

Alessandro Di Benedetto impegnato nelle sue riparazioni
Alessandro Di Benedetto impegnato nelle sue riparazioni

Il buon umore di Alessandro Di Benedetto che naviga in pieno Aliseo è tornato con le temperature calde: “C’è il sole e da un paio di giorni sono sempre più veloce, spero di passare l’Equatore tra 48 ore o poco più. Ho quasi finito con le mie riparazioni. Sto aspettando il momento buono per issare il mio gennaker piccolo, l’unica vela che mi è rimasta per le portanti”. Per lo skipper di Team Plastique è arrivato un messaggio di complimenti e incoraggiamento da parte di uno skipper che ha già fatto il Vendée con la sua barca, Arnaud Boissières che naviga in ottava posizione: “Mi piace vederti navigare così bene. Hai la mia vecchia barca e significa tanto per me. Sarà il suo quarto Vendée. Sono felice di sapere che stai facendo bene con lei”. Les Sables dista ancora 3.624 miglia.
www.vendeeglobe.org

 

LEAVE A REPLY

Please enter your comment!
Please enter your name here