SHARE

Puerto Calero, Lanzarote- Team SCA, il team femminile iscritto alla prossima Volvo Ocean Race, fa le cose in grande e ha iniziato in questi giorni la navigazione con il primo gruppo di veliste selezionate. Team SCA è diretto da Richard Brisius, già a capo di Ericsson 4 durante la vittoriosa campagna 2008-2009, e sta usando l’ex Puma rigriffato con gli accattivanti colori femminili scelti per il marketing oceanico dell’azienda svedese. Un magenta/rosa di sicuro impatto, così come di prim’ordine sono i primi nomi resi noti dal management.

Samantha Davies su team SCA
Samantha Davies su team SCA

Il gruppo iniziale di sette veliste lascia Southampton oggi per un trasferimento-allenamento di cinque/sei giorni fino a Puerto Calero (Lanzarote), scelto come base di preparazione di Team SCA. Il Volvo 70 continuerà a navigare, con un successive gruppo e ulteriori selezioni dell’equipaggio, fino ad agosto, quando Team SCA avrà a disposizione il nuovo Volvo 65 One Design.

Le prime candidate sono Annie Lush (GBR), Carolijn Brouwer (NED, Jeanne Gregoire (FRA), Klaartje Zuiderbaan (NED), Liz Wardley (AUS), Sam Davies (GBR) e Stacey Jackson (AUS). Non c’è davvero male, per un equipaggio che potrà contare su un ottimo budget e, secondo quanto dichiarato dallo stesso Brisius e dal coach Magnus Ollson (lo ricordate?, il vetereano di sei VOR e vincitore della mitica tappa Qingdao-Rio con Ericsson 3 nel 2009) “sarà estremamente competitivo”.

Da sinistra: Liz Wardley (AUS), Annie Lush (GBR) e Stacey Jackson (AUS) in allenamento su Team SCA
Da sinistra: Liz Wardley (AUS), Annie Lush (GBR) e Stacey Jackson (AUS) in allenamento su Team SCA

In effetti le selezionate provengono da tutti i settori della vela professionale: vela olimpica, match race, grande altura, course au large, Figarò, Mini.

Annie Lush, inglese, ha regatato nella classe olimpica Yngling e nel match race, in cui ha partecipato alle Olimpiadi di Londra 2012 come prodiera del team britannico.

Carolijn Brouwer, olandese/belga, ha regatato nelle classi olimpiche Europa e Tornado. Velista dell’anno Rolex ISAF 1998 dopo aver vinto il Mondiale Europa, negli ultimi anni ha regatato molto sui multiscafi (Formula 18) e ha anche prteso parte dalla Sydney-Hobart.

Jeanne Gregoire, francese, cresciuta sui Mini e specializzata poi nei Figarò ha una decennale esperienza in tutte le maggiori regate di quella classe. Sposata con un figlio.

Klaartje Zuiderbaan, olandese, tosta velista dutch ha preso parte già alla Volvo Ocean Race 2001/2002 con l’equipaggio femminile di Amer Sports Too. Match racer e più volte in regata alle grandi classiche dell’altura mondiale, al Tour de France e anche al Giro d’Italia a vela.

Liz Wardley, australiana nata in Nuova Guinea, anche lei su Amer Sports Too nel 2001/2002, ha preso poi parte al circuito dei Figarò.

Sam Davies, inglese residente in Bretagna. Conosciutissima per il suo ottimo Vendee Globe 2008-2009 concluso al quarto posto, quest’anno si è dovuta ritirare dal Vendee dopo aver disalberato nella discesa dell’Atlantico.

Stacey Jackson, australiana, match racer e specializzata nella grande altura. Più volte alla Sydney-Hobart.

Il video di presentazione di Team SCA, con le dichiarazioni di Brisius e Olsson:

“Abbiamo iniziato la nostra missione di mettere insieme il miglior team femminile nell’agosto dello scorso anno. Una ricerca mondiale tra tutte le donne veliste per incoraggiarle a prendere parte a questa prima fase del processo di selezione”, ha detto Richard Brisius, managing director di Team SCA, “Dalle centinaia di curriculum ricevute, abbiamo selezionato questi due gruppi iniziali di candidate”.

“Sarebbe fantastico se potessimo trovare il nostro team da questi due gruppi”, ha commentato Magnus Olsson, coach di Team SCA, “Sono un gruppo notevole di donne e ognuna porta un livello davvero alto di doti per essere un potenziale membro dell’equipaggio. Il nostro lavoro come coach è di vedere come possiamo utilizzare queste caratteristiche per formare un team competitivo e di alte prestazioni… Il nostro obiettivo è di avere l’equipaggio pronto per l’estate del 2013”.

Un bel team che sta nascendo e che, c’è da scommeterci, avrà un enorme ritorno mediatico grazie anche all’Onboard Reporter e all’impatto sull’immaginario collettivo di un gruppo di donne vincenti nella più dura e selettiva delle regate. Che bello se ci fosse anche un’italiana…

www.volvooceanrace.com

http://www.sca.com/en/media/news-features/archive/2013/team-sca-begins-selecting-best-ever-all-female-crew/

 

1 COMMENT

LEAVE A REPLY

Please enter your comment!
Please enter your name here