SHARE

Milano- Presentata ufficialmente oggi a Milano Team Italy powered by Stig, l’unica sfida italiana alla Red Bull Youth America’s Cup, evento riservato ai migliori equipaggi Under 25 del mondo. L’armatore Alessandro Rombelli, il team manager Enrico Zennaro e il responsabile commerciale Lorenzo Zanotto hanno incontrato la stampa per presentare i componenti del sailing team che, tra il 18 e il 24 febbraio prossimi a San Francisco, tenteranno di guadagnarsi il diritto di essere ammessi alla finale dell’evento in programma tra l’1 e il 4 settembre 2013.

A chiamare sul palco i componenti dell’equipaggio è stato il coach Lorenzo Mazza, leggenda della vela italiana in virtù delle sue sette partecipazioni all’America’s Cup, che ha vinto nel 2007 con Alinghi. Prima di passare alla presentazione degli atleti, Mazza ha sottolineato che per conoscere la composizione della crew list bisognerà attendere la fine degli allenamenti: “A oggi è prematuro parlare di ruoli e di crew list: abbiamo davanti ancora undici giorni di allenamento a ranghi completi e, visto il valore delle individualità coinvolte, credo sia un bene attendere sino all’ultimo per dare a tutti il modo di esprireme al meglio le proprie potenzialità”.

La presentazione di Team Italy powered by Stig
La presentazione di Team Italy powered by Stig

Sul palco sono quindi intervenuti:
Giovanni Coccoluto (Trieste, 5 agosto 1993)
Giovanni, da poco entrato incorporato nel Gruppo Sportivo delle Fiamme Gialle, pratica lo sport della vela dall’età di cinque anni. Dopo alcune stagioni sull’Optimist è passato al Laser. E’ proprio questa barca che gli permette di conquistare cinque titoli italiani, tre europei e due mondiali. Nel 2011, con il passaggio dalla categoria Radial allo Standard, Giovanni entra a far parte del gruppo agonistico Verso Rio 2016 della Federazione Italiana Vela per inseguire l’obiettivo di partecipare alle Olimpiadi in programma a Rio.

Laura Cosentino (Venezia, 26 giugno 1990)
Laura conosce il mondo della vela all’età di dieci anni. Dopo quattro anni di attività agonistica sull’Optimist passa prima alla classe Laser 4.7, ottenendo buoni risultati, e successivamente sul Radial, classe olimpica femminile. Dal 2008 fa parte della Nazionale Italiana. Con il Laser Radial conquista tre titoli Italiani – un assoluto e due juniores – e svariati podi alle regate nazionali. L’obiettivo a lungo termine è la partecipazione alle Olimpiadi di Rio 2016.

Matteo Ferraglia (Riva del Garda, 12 maggio 1989)
Matteo approda nel mondo della vela all’età di otto anni nella classe Optimist. A quindici anni esordisce come prodiere sul catamarano F18 per poi, dopo tre anni, passare al timone e collezionare i primi podi a livello nazionale. Nel 2012 raggiunge il terzo posto al mondiale Tornado disputato nelle acque di casa. A inizio 2013 ha chiuso al quinto posto il Campionato Australiano F18.

Simon Sivitz Kosuta (Trieste, 7 maggio 1991) e Jas Farneti (Trieste, 18 febbraio 1991)
Jas e Simon approdano al mondo della vela all’età di otto anni. Jas esordisce nel 2001 nella Nazionale Italiana alla Regata Internazionale Optimist in Svizzera, conquistando il quarto posto. Risultato, tra gli altri, che gli ha permesso di essere convocato dai tecnici FIV nei ranghi della squadra Nazionale Italiana Optimist. E’ proprio qui che conosce Simon Sivitz Kosuta, col quale nel 2005 passa alla classe 420 e ne diventa il prodiere, ottenendo importanti risulati. Il passaggio al 470 avviene in poco tempo e nel 2009 sono convocati nella Squadra Nazonale per il quadriennio 2009-2012. Il 2012 per i due atleti inizia nel migliore dei modi, con la vittoria al Mondiale e all’Europeo Juniores nella classe 470. L’obiettivo a lungo termine dei due giovani velisti triestini è la partecipazione alle prossime Olimpiadi di Rio de Janeiro.

Filippo La Mantia (Palermo, 31 agosto 1990)
Filippo va in barca a vela dall’età di dieci anni. Ha regatato su svariati tipi di derive, dimostrando ottime qualità tecniche. Dal 2006 al 2008 è entrato a far parte della squadra Nazionale Giovanile Laser, intraprendendo poi la strada dell’altura e dell’RC44, con il quale ha preso parte ai circuiti 2012 e 2013.

Da sinistra: Ferraglia, Cosentino, Tortarolo, Farneti, Marrai, Sivitz Kosuta, Coccoluto, Siviero
Da sinistra: Ferraglia, Cosentino, Tortarolo, Farneti, Marrai, Sivitz Kosuta, Coccoluto, Siviero

Francesco Marrai (Pisa, 4 febbraio 1993)
A sette anni Francesco, incorporato a inizio gennaio nel Gruppo Sportivo delle Fiamme Gialle, sale per la prima volta in barca, ma la abbandona dopo un corso base. Dopo tre anni ci riprova e inizia l’attività agonistica sull’Optimist, quindi sul Laser 4.7, poi sul Radial e infine sullo Standard. Nel suo palmares figurano diversi titoli iridati, europei e italiani. Il suo obiettivo è partecipare ai Giochi di Rio del 2016.

Alessandro Siviero (Chioggia, 27 giugno 1990)
Alessandro  scopre la passione per la vela seguendo le imprese di Giovanni Soldini e capisce subito che di quel mondo ne vuole far parte. Inizia il suo cammino con l’Optimist per poi passare al Laser. Nel 2009 approda al mondo dell’altura come prodiere e comincia ad inanellare una serie di successi tra i quali si segnalano l’Europeo ORC 2012, la Giraglia Rolex Cup del 2012, l’Italiano Tridente 2011 e la 151 Miglia del 2010.

Martino Tortarolo (Savona, 23 marzo 1990)
Martino conosce la vela e l’Optimist all’età di otto anni ed è proprio questa deriva, con la quale ha vinto il Meeting Internazionale del Garda superando ottocento avversari, che lo fa appassionare e lo spinge verso il Laser Radial, con il quale si aggiudica un Campionato Italiano e una tappa del Circuito Europeo. Da un paio d’anni frequenta il mondo dei monotipi e si è laureato campione del mondo Melges 32 con Samba Pa Ti.

A conclusione dell’incontro, Giorgio Benussi, Commodoro dello Yacht Club Marina di Loano, ha consegnato ufficialmente il guidone del Club all’armatore Alessandro Rombelli. A San Francisco, infatti, Team-Italy powered by Stig sarà portacolori dello Yacht Club Marina di Loano.

I componenti di Team-Italy powered by Stig sono ripartiti alla volta di Marina di Loano dove, già da domani mattina, avrà inizio la seconda sessione di allenamento che si concluderà il prossimo 15 febbraio, giornata che precederà la partenza del team alla volta di San Francisco.

Il video in cui Lorenzo Mazza presenta gli atleti del team:

Farevelanet e FareVela, media partner di Team Italy, sono a Marina di Loano per documentarvi la preparazione del team. Parteciperemo anche alla trasferta di San Francisco di questa appassionante sfida che porta un vento di novità nella vela italiana.

www.team-italy.it

LEAVE A REPLY

Please enter your comment!
Please enter your name here