SHARE

Genova- Il Consiglio della Federazione Italiana Vela ha ufficializzato la nomina di Michele Marchesini a nuovo Direttore dell’attività tecnico-sportiva nazionale, ovvero la carica di reponsabile della preparazione olimpica azzurra, il DT della vela per intenderci.

marchesini
Michele Marchesini, nuovo DT della vela olimpica azzurra

Marchesini, 44 anni di Malcesine, ci pare una buona scelta che conferma la volontà di rinnovamento espressa dal presidente Carlo Croce dopo le mancate medaglie di Weymouth 2012. Interessante soprattutto per una nuova mentalità che la nomina di Marchesini potrebbe portare, visti i suoi trascorsi passati come coach di atleti di alto livello olimpico (ricordiamo lo spagnolo Rafael Trujillo e lo svedese Freddy Loof, oro olimpico in Star a Londra) e i suoi ruoli tecnici nella classe Finn internazionale. Proprio nei Finn, Marchesini ha ottenuto i suoi risultati sportivi migliori come atleta, vincendo il titolo tricolore nel 2002 e 2004 e partecipando ai Giochi Olimpici di Atene 2004 come rappresentante azzurro. Marchesini ha già iniziato l’organizzazione dell’attività dei probabili olimpici, con incontri con i vari atleti. La nomina è stata selezionata dopo aver sentito anche la consulenza di Alessandra Sensini e Luca Devoti, gli unici due atleti di scuola italiana che hanno vinto una medaglia olimpica negli ultimi 20 anni. Ricordiamo anche che lo stesso presidente Croce ha assunto nel Consiglio FIV tenutosi due giorni fa a Genova la nomina di referente diretto dell’area sportiva.

Abbiamo raggiunto telefonicamente Michele Marchesini che ci ha detto : “Sono molto felice e soddisfatto della nomina di cui ringrazio con gioia il presidente Croce e il Consiglio della FIV. Metterò le mie capacità e competenze al servizio della vela italiana. La sfida è notevole, ma sono convinto che tutti insieme, con l’entusiasmo dei ragazzi e le notevoli capacità che ho visto nella struttura potremo lavorare per farcela. Credo nel lavoro e credo nell’organizzazione e siamo già al lavoro per portare la squadra in regata a Hyeres a fine aprile”.

Luca de Pedrini, che aveva rivestito la carica di DT nell’ultimo quadriennio, si dedicherà all’attività di coaching seguendo direttamente alcuni equipaggi. Anche qui una decisione che ci pare nella giusta direzione visto che il tenico ligure ha dimostrato di saper dare il meglio proprio in questo ruolo più diretto. Paolo Ghione resterà il responsabile dell’attività Under 19 che tanti risultati ha dato negli ultimi anni alla vela italiana.

La vela olimpica è sempre più uno sport professionale in tutti i suoi aspetti e c’era bisogno di un approccio nuovo e positivo. Il materiale umano dei nuovi talenti della vela italiana, che sono molti, non aspetta altro che di essere plasmato con una nuova mentalità. Vedremo ma ci sembra un buon inizio.

www.federvela.it

 

2 COMMENTS

  1. Forza e vai a mille speriamo che portiate la gente ad allenarsi sul lago di garda visto che Michele viene da li…. Un abbraccio e molti Auguri Lanfranco Cirillo Fantastica….

LEAVE A REPLY

Please enter your comment!
Please enter your name here