SHARE

Podenzano- (Vanni Galgani) Fervono le attività in casa Mylius. Mentre prosegue l’allestimento del 16E95, è arrivato in cantiere il primo scafo del modello 18E35; a questi tra breve si unirà anche il 15E25 a completare il trio dei nuovi modelli in produzione presso lo stabilimento di Podenzano, uno dei più attivi nel panorama italiano.

Le coperte e gli scafi, realizzati integralmente in carbonio e resina epossidica, vengono accoppiati immediatamente, ancor prima che cominci l’assemblaggio dell’impiantistica e degli arredi interni, per garantire la miglior rigidità possibile e rendere facilmente smontabile qualunque elemento in caso di necessità.

scafo bianco e scafo nero, un colpo d'occhio notevole, perfetto per il claim del cantiere "night and day"
Scafo bianco e scafo nero, un colpo d’occhio notevole, perfetto per il claim del cantiere “night and day”

I progetti di Alberto Simeone, affinati dall’ufficio tecnico interno, presentano linee accattivanti dal tipico sapore mediterraneo, dove il design ricercato si unisce a carene dalle elevate prestazioni, destinate anche a regate di alto livello, senza rinunciare a soluzioni abitative confortevoli, sia interne, sia soprattutto in coperta. Entro l’estate saranno varati ben tre esemplari, due 18E35 e il 16E95, mentre il primo 15E25 sarà visibile ai saloni autunnali.

1 COMMENT

LEAVE A REPLY

Please enter your comment!
Please enter your name here