SHARE

Salina- (Mauro Giuffré) Si conferma nei numeri il grande successo dell’Eolian Sailing Week che, a oltre due mesi dal via previsto il 28 aprile, si avvia anche quest’anno verso il tutto esaurito sull’isola di Salina. Una manifestazione, pianificata da alcuni dei principali circoli velici palermitani  e dall’organizzazione Sail-Lab, che riscuote grande successo per lo scenario affascinante delle regate, ma che quest’anno avrà un motivo in più di interesse: nella notte tra il 24 e il 25 aprile, a mezzanotte, partirà infatti da Palermo, davanti la passeggiata del Foro Italico in stile Tre Golfi, una regata di 130 miglia, la One Hundred and Thirty Miles prova del Campionato Italiano Offshore, che porterà la flotta dal capoluogo siciliano fino all’isola di Salina, dopo avere lasciato a sud Filicudi e a sinistra Vulcano, Lipari e Panarea. Un percorso affascinante tra le perle dell’arcipelago delle Eolie, una regata che si annuncia come particolarmente tecnica. I passaggi di Filicudi, Vulcano e Panarea  potranno essere decisivi, con gli equipaggi che dovranno fare i conti con il vento capriccioso dei capi, con gli eventuali bassi fondali, attenzione a Panarea, e con il meteo eoliano sempre imprevedibile.

In regata tra Salina e Lipari
In regata tra Salina e Lipari

La flotta siciliana dell’altura a rating si conferma tra le più attive in Tirreno, con tanti appuntamenti importanti anche oltre l’Eolian Sailing Week, come il Campionato ORC del Mediterraneo che si correrà nelle acque di San Vito Lo Capo a fine maggio, già annunciata la presenza dei campioni del mondo dell’NM38 Scugnizza, in concomitanza con il Campionato Nazionale X-41. Per questo motivo sono tanti gli equipaggi che da varie zone del sud Italia e non solo si sposteranno per regatare in Sicilia, e già in occasione dell’Eolian Sailing Week la entry list si annuncia di alto livello, con gli specialisti di casa che dovranno contenere i fortissimi cechi del First 40.7 mod. Three Sisters.

In palio c’è la Coppa delle Eolie ORC per la divisione Crociera-Regata, ma altrettanto importante sarà il raggruppamento Gran Crociera che cresce di numero e di livello, e che a Salina si giocherà la Coppa dello Ionio. Grande attenzione è stata dedicata a questa divisione, con l’obbiettivo di dare pari dignità alla classe Gran Crociera che regaterà con l’apposita normativa prevista dall’UVAI.

Il percorso della 130 Miglia
Il percorso della 130 Miglia

Il resto lo farà l’Isola di Salina con l’incantato borgo di Santa Marina, che si prepara ad accogliere questa gradita anticipazione della stagione turistica: le strutture di ricezione si avviano infatti verso il sold out e già da settimane è difficile trovare un posto per dormire. La formula si conferma di successo: una flotta agguerrita di regatanti su un’isola da paradiso, il vento delle Eolie, il sole e la temperatura gradevole di fine aprile, ovvero il giusto mix di successo dell’Eolian Sailing Week.

LEAVE A REPLY

Please enter your comment!
Please enter your name here