SHARE

Viareggio- (Mauro Giuffré) Ci sono barche che si portano dietro un bagaglio di storia unico. E’ il caso di ARDI, ex Kerkyra II, uno Sparkman e Stephens che il 6 marzo festeggerà il secondo anniversario della donazione, a opera della Contessa Carol Minutoli Tegrimi in ricordo del consorte, il Conte Alessandro, al Club Nautico Versilia. ARDI porta con se un pezzo di storia dello yachting italiano: il suo primo armatore fu Marina Spaccarelli Bulgari, della nota famiglia di orafi oggi conosciuta per il suo marchio in tutto il mondo.  Il suo primo skipper si chiamava Agostino Straulino, un nome che per la nostra vela evoca ricordi grandiosi: il Comandante del Vespucci e soprattutto colui che vinse due grandi medaglie olimpiche per la vela italiana, l’oro a Helsinky nel 1952 e l’argento a Melbourne, entrambi nella classe Star.

Oggi ARDI viene impiegata dal Club Nautico Versilia con il duplice scopo di avvicinare i giovani alla vela e di mettere a diposizione del Club un’ imbarcazione  di rappresentanza per le proprie attività sportive. Dell’equipaggio che rese grande la storia del Kerkyra II, all’epoca dell’Ammiraglio Straulino, faceva parte, come ufficiale di rotta, il Contrammiraglio  A.N. Ing. Florindo Cerri, attuale socio onorario del CNV.

Il Kerkyra II in una foto d'epoca
Il Kerkyra II in una foto d’epoca

Nei suoi racconti, che profumano di vento e di salmastro, ricorda le vittorie ottenute regatando sulla barca disegnata da Sparkman & Stephens e costruita dallo storico cantiere tedesco Abeking  & Rasmussen: “Con Kerkyra II siamo arrivati secondi alla One Ton Cup del 1969, in Germania, a Heligoland  – ricorda con soddisfazione – senza aver provato prima la barca, giunta sul posto soltanto tre giorni prima delle regate. Si trattava di affrontare un mare difficile con forti correnti di marea e venti sempre sostenuti.  La tipologia della barca aiutava, visto che era proprio una caratteristica delle barche S&S, quella di bolinare, soprattutto con vento fresco. “  Di quegli anni gloriosi fatti di sfide accanto a Straulino Cerri ricorda anche un episodio che ancora oggi lo indispettisce: “ Alla One Ton Cup del 1970 ci bastò un attimo di distrazione e il Morning Cloud, dell’allora primo ministro inglese Edward Heath, ci superò agevolmente. Con Heath che fingeva di suonare una chitarra invisibile e ci cantava, per sfottere, O’ sole mio…”. Storie di uno yacthing di altri tempi.

WordPress database error: [Got error 28 from storage engine]
SELECT t.*, tt.* FROM wp_terms AS t INNER JOIN wp_term_taxonomy AS tt ON t.term_id = tt.term_id INNER JOIN wp_term_relationships AS tr ON tr.term_taxonomy_id = tt.term_taxonomy_id WHERE tt.taxonomy IN ('post_tag') AND tr.object_id IN (20144) ORDER BY t.name ASC

1 COMMENT

LEAVE A REPLY

Please enter your comment!
Please enter your name here