SHARE

Marsiglia, Francia- (Mauro Giuffré) Pietro D’Alì ha chiuso in sesta posizione la prima tappa della Icom Cup Méditerranée, manifestazione valida come qualificazione alla Solitaire du Figaro. Sono state 160 miglia difficili quelle che i figaristi hanno dovuto affrontare da La Grande Motte a Marsiglia, tra calme di vento e rinforzi fino a 35-40 nodi durante la notte passata in mare. Si segnalano anche quattro ritiri su una flotta di dodici partenti.

L'arrivo di Girolet a Marsiglia
L’arrivo di Girolet a Marsiglia

D’Alì con la sua I.Nova ha navigato a lungo nel gruppo di testa, alternandosi per quasi tutta la regata nelle primissime posizioni. In avvicinamento a Marsiglia le scelte tattiche si sono rivelate decisive e chi si era posizionato più a sud, lontano dalla costa, ha agganciato vento fresco navigando molto più veloce degli avversari sotto costa. La vittoria di tappa è andata al francese Matthieu Girolet, che ha terminato la regata in 1 giorno,  2 ore e 47 minuti.

Alcuni skipper oggi, prima della partenza della regata a bastone nel golfo di Marsiglia, dovranno essere sentiti dalla Giuria riguardo a possibili irregolarità per la tappa appena conclusa: tra questi lo stesso vincitore Matthieu Girolet, al quale la Giuria contesta un’irregolarità sul piombaggio dell’elica riscontrata all’arrivo; anche Pietro D’Alì sarà sentito dai giudici di regata: I.Nova non sarebbe passata alla giusta distanza di sicurezza su una boa di disimpegno dopo la partenza. Per loro l’unico rischio è una penalità sul tempo di gara.
Si torna in acqua alle 13,30 per il Trophée CNTL, seconda prova della ICOM prima della partenza della regata verso la Grande Motte di domani.
http://blog.icomcup.fr

LEAVE A REPLY

Please enter your comment!
Please enter your name here