SHARE

Genova- Che succede in Federvela? Il consigliere Sandro Gherarducci, eletto in rappresentanza della II Zona FIV, si è dimesso a soli due mesi e pochi giorni dall’elezione del nuovo Consiglio per il quadriennio 2013-2016. Secondo quanto risulta a Farevelanet, le dimissioni sarebbero motivate da divergenze profonde sulla visione da dare alla Federazione Italiana Vela.

A questo punto lo Statuto individua nei primi dei non eletti, con i requisiti corretti da Statuto sul numero dei voti ricevuti, nell’ordine Dodi Villani, Glauco Briante e Vincenzo Pottino, gli aventi diritto al subentro in Consiglio. La cosa, però, secondo le informazioni che abbiamo raccolto, non sarebbe così immediata e si potrebbe arrivare a una nuova elezione nella prossima Assemblea del 2014. Gherarducci, spezzino, era già consigliere nel precedete quadriennio, il primo della gestione Croce.

Carlo Croce con il nuovo Consiglio FIV all'Hotel Sheraton di Genova. Foto Ufficio Stampa FIV
Carlo Croce con il nuovo Consiglio FIV all’Hotel Sheraton di Genova. Sandro Gherarducci è il sesto da sinistra in piedi. Foto Ufficio Stampa FIV

Non è il primo indizio di divergenze in seno a quella che dovrebbe essere la nuova FIV voluta dal presidente Carlo Croce. Ci dispiacerebbe dover notare che il rinnovamento promesso e portato avanti dalla gestione di Carlo Croce nel quadriennio 2009-2012, tra non poche difficoltà, debba affrontare una sorta di “riflusso”. Da capire anche il ruolo diretto di Croce che, dopo l’elezione alla presidenza ISAF, la federazione mondiale della vela, potrebbe non avere più il polso diretto della situazione in FIV. Cercheremo di capire meglio e di informarvi su cosa sta realmente accadendo nel governo della vela italiana.

LEAVE A REPLY

Please enter your comment!
Please enter your name here