SHARE

Palma di Maiorca, Spagna- E’ di Flavia Tartaglini il risultato migliore degli italiani al Trofep Sofia Mapfre conclusosi oggi a Palma. La windsurfista delle Fiamme Gialle ha vinto etrambe le medal race a punteggio doppio e si è aggiudicata alla grande questa tappa della World Cup negli RS:X donne. Un successo importante, che vede la romana precedere l’inglese Briony Shaw, bronzo a Qingdao 2008, e la tedesca Delle.

“Due vittorie in Medal Race! Non ho parole”, ha commentato Tartaglini al termine delle regate, “Stamani sono entrata in acqua serena; ero in quarta posizione e non avevo niente da perdere quindi ho veramente dato il meglio di me. Certo se mi aveste chiesto stamani se pensavo di vincere l’oro, avrei detto di no. E’ stata una regata lunghissima, faticosa, ma sono stata costante nei miei risultati e alla fine, nonostante il nuovo sistema sia molto complesso, questo mi ha premiato”.

Flavia Tartaglini, vincitrice a Palma. Foto Renedo
Flavia Tartaglini, vincitrice a Palma. Foto Renedo

Bene anche Vittorio Bissaro e Silvia Sicouri, che concludono al nono posto negli esordienti Nacra 17 dopo aver concluso con un 9-1 le due medal di oggi. La regata nei Nacra 17 è andata alla coppia olandese Mandy Mulder e Thijs Visser.

Vittorio Bissaro ha commentato: “Nella seconda prova siamo partiti mura a sinistra, regatando sempre sulla destra del campo di regata e  alla prima boa di bolina eravamo secondi. Durante la seconda bolina abbiamo attaccato e superato l’equipaggio britannico Macgregor-Phipps tagliando per primi la linea del traguardo.”

Silvia Sicouri ha aggiunto: “L’obiettivo che ci eravamo prefissati era di qualificarci per le Medal Race e questo l’abbiamo raggiunto. Vincere l’ultima prova è stato meraviglioso. Sicuramente gli allenamenti invernali alla Compagnia della Vela di Grosseto sono stati strumentali per raggiungere il nostro scopo.”

Vittorio Bissaro e Silvia Sicouri sorridono soddisfatti dopo la vittoria nella medal race conclusiva. Foto Renedo
Vittorio Bissaro e Silvia Sicouri sorridono soddisfatti dopo la vittoria nella medal race conclusiva. Foto Renedo

Il terzo equipaggio italiano imegnato nelle medal race era quello di Giulia Conti e Francesca Clapcich nei 49er FX. Le due veliste non hanno sfruttato al meglio le finali stadium race tra le migliori otto e, dopo un 6-6-7-8, concludono all’ottavo posto. La vittoria è andata alle danesi Baad Nielsen-Thursgaard Olsen.

Nei Finn vittoria dell’inglese Giles Scott (3-3 nelle due medal) sull’olandese Hans Pieter Potsma (2-5) e sullo sloveno Vasilij Zbogar (5-2), punta della Dinghy Academy valenciana di Luca Devoti.

Nei 470 vittoria nettissima degli australiani Belcher-Ryan. Nei 470 donne si impongono le brasiliane Oliveira-Barbachan. Nei 49er vittoria per i tedeschi Heil-Ploessel. Tutto downunder il podio nei Laser con il neozelandese Andy Maloney che precede l’aussie Tom Burton e l’altro kiwi Sam Meech. Tra i Radial vince l’inglese Alison Young. Negli RS:X successo dello spagnolo Ivan Pastor.

Come dire, si ricomincia da dove eravamo rimasti, con inglesi e australiani già molto avanti e diverse nazioni che hanno iniziato a pieno ritmo la preparazione verso Rio. Per i nostri dovrà esserci molto lavoro e dalla prossima trasferta ISAF World Cup a Hyeres ci saranno le prime convocazioni del nuovo DT Michele Marchesini.

http://www.trofeoprincesasofia.org

Il video della prima giornata con vento forte:

LEAVE A REPLY

Please enter your comment!
Please enter your name here