SHARE

Genova- Cielo coperto e vento di 10 nodi di Scirocco a Genova per la partenza della VII edizione del Gran Premio d’Italia Mini 6.50, la classica organizzata dallo Yacht Club Italiano per la sempre più dinamica classe Mini.

Pochi minuti dopo le dodici, i 28 partecipanti hanno tagliato la linea di partenza posata al largo del Lido di Albaro per  affrontarsi in una regata che li terrà impegnati cinque giorni almeno.
Nelle prime fasi della regata in testa Jeffrey MacFarlane in equipaggio con Andrea Fornaro, seguiti da Bruno Garcia e Didac Costa su Sampaquita e da MaVie Go-Sail del duo Farina/Pii.

Alle 19 di sabato sera la flotta si dirige al traverso con vento sotto i 10 nodi, destinato a diminuire ancora in nottata, verso la Capraia. In testa ancora il proto Lombard di Macfarlane-Fornaro seguito da Reyno de Navarra, un Manuard con a bordo lo spagnolo Lizancos coadiuvato dallo stesso Sam Manuard. Terzo è l’altro proto Lombarca Sampaquita degli spagnoli Garcia-Costa. Tra i Serie in testa al momento è Mad Spaniel, il P2 di Pircher e Tosi, seguito da Umpa Lumpa, il P2 di Iacopini-Stella e da Marina Militare, il Ginto di Pendibene e Valsecchi.

La partenza del GP da Genova. Foto YCI
La partenza del GP da Genova. Foto YCI

A causa dei venti deboli previsti nei prossimi giorni, è stato scelto un percorso alternativo che porterà i concorrenti prima all’Isola di Capraia e poi all’Isola di Giannutri. Una volta raggiunta quest’ultima e viste le condizioni meteo del momento, il Comitato di Regata deciderà se far terminare la regata a Giannutri, far tornare i partecipanti verso la Liguria per un arrivo a Genova o farli proseguire per La Caletta e concludere infine a Genova.

Durante il Gran Premio Mini 6.50 i partecipanti devono cavarsela con le loro forze: non è consentito alcun collegamento radio (se non con la barca comitato che rilascia informazioni e aggiornamenti meteo due volte al giorno, alle 7 e alle 19), i telefonini non possono essere utilizzati tranne che in condizioni di emergenza, nessun collegamento Internet è consentito.
A bordo di ogni imbarcazione è stata installato un sistema satellitare che permette di localizzare e seguire in tempo reale ciascun concorrente:  l’andamento della regata potrà quindi essere seguito su www.yci.it o www.gpi-mini650.com

Le previsioni meteo
Alle nove di questa mattina la Scuola di Mare Beppe Croce ha ospitato un briefing durante il quale sono stati esaminati il percorso di regata, le misure di sicurezza da adottare e la situazione meteo.
La coda della perturbazione appena passata sulla penisola garantisce vento costante per oggi ma l’arrivo imminente di un’alta pressione che si instaurerà fino a giovedì porterà venti deboli nei prossimi giorni.

LEAVE A REPLY

Please enter your comment!
Please enter your name here