SHARE

Long Beach, USA- Simone Ferrarese e il suo team hanno vinto la Congressional Cup a Long Beach, un gran risultato per la vela italiana. Con lui hanno regatato Lorenzo Mazza, Sandro Montefusco, Pietro Mantovani, Alex Muscat e Ivan Peute. Complimenti a tutti. Tra poco le foto aggiornate. In semifinale erano arrivati anche il Campione del Mondo Ian Williams, l’americano Ed Baird, vincitore della Coppa America 2007 con Alinghi, e il francese Mathieu Richard, ovvero il meglio del match race internazionale.

Il Ferrarese Racing Team esulta dopo la vittoria alla Congressional Cup: Simone Ferrarese, Lorenzo Mazza, Sandro Montefusco, Pietro Mantovani, Alex Muscat, Ivan Peute
Il Ferrarese Racing Team esulta dopo la vittoria alla Congressional Cup: Simone Ferrarese, Lorenzo Mazza, Sandro Montefusco, Pietro Mantovani, Alex Muscat, Ivan Peute

Semifinale e finale si svolgono in condizioni davvero difficili con vento molto leggero (6 nodi) e di direzione variabile. I match sono molto serrati e le barche navigano sempre con pochi secondi di distacco. Il Ferrarese Racing Team ha la meglio per 2 a 1 su Ian Williams, pluricampione del mondo di match race e accede così di diritto alla finale.

In finale la lotta per la vittoria è tra  Ed Baird e Simone Ferrarese. Baird, tra i vari successi, vanta la vittoria della Coppa America nel 2007 con Alinghi e della Congressional Cup nel 2004.

Il vento è molto debole, quindi la vittoria della Congressional Cup si decide su una prova secca. La regata, estremamente combattuta, viene vinta dal Ferrarese Racing Team che si aggiudica la 49° edizione della Congressional Cup.

Nel 2013 Simone Ferrarese batte così i suoi tre diretti avversari, tutti già vincitori in passato della Congressional Cup (2004 Ed Baird, 2007 Mathieu Richard, 2011 e 2012 Ian Williams).

Il video:

“Trovo che la giacca rossa, (segno distintivo dei vincitori della Congressional Cup) mi stia molto bene” scherza Simone Ferrarese al telefono. Poi continua: “Vincere questa regata è il sogno di qualsiasi match racer. Quest’anno gli skipper in gara rappresentavano il top del match internazionale e noi li abbiamo battuti. Un ringraziamento speciale a tutto il mio equipaggio che ha mantenuto concentrazione e determinazione in ogni situazione. Ci vuole molto sangue freddo, soprattutto quando ti stai giocando una finale in una prova secca, con una leggenda della vela internazionale come Ed Baird, senza una squadra come la nostra questo risultato non sarebbe stato possibile. Un ringraziamento anche a mio padre Roberto (Ferrarese), il coach del team che ci segue da sempre, credendo con forza nelle nostre capacità.”

Il Catalina di Simone Ferrarese subido dopo l'arrivo della regata decisiva in finale
Il Catalina di Simone Ferrarese subido dopo l’arrivo della regata decisiva in finale

Una vittoria dall’enorme valore internazionale, che premia la costanza di Simone Ferrarese, giovane 25enne di Bari figlio d’arte e già impegnato nella vela professionale con ottimi risultati e una visione decisamente matura. Con lui, attualmente numero 15 delle ranking internazionali, tre dei migliori velisti italiani, campioni come Lorenzo Mazza e Sandro Montefusco, lo specialista Pietro Mantovani, lo spagnolo Alex Muscat e l’olandese Ivan Peute. Un team eccezionale, di grandi professionisti, che ha fatto onore oggi alla vela italiana con un risultato dall’elevatissimo peso specifico.

La Congressional Cup era stata vinta nel 2010 anche da Francesco Bruni, primo italiano a riuscirci.

http://www.thecongressionalcup.com

 

1 COMMENT

  1. Bravissimo Simon.
    E viva i vecchi!
    Mille volte più bello vedere i Flintstones sui Catalina che fanno fatica a muoversi piuttosto che vedere dei catamarani che virano solo quando gli si accende la lampadina della lay line.

    Un abbraccio a tutti,
    Dado

LEAVE A REPLY

Please enter your comment!
Please enter your name here