SHARE

Napoli- Ecco le immagini della collisione tra Luna Rossa Swordfish ed Emirates Team New Zealand oggi alle ACWS di Napoli.

La collisione tra LR Swordfish, mure a sinistra ma interno in boa, ed ETNZL
La collisione tra LR Swordfish, mure a sinistra ma interno in boa, ed ETNZL

A seguire il timoniere Francesco Bruni risponde alle nostre domande circa la dinamica dell’incidente.

Domani pubblicheremo il resto dell’intervista a Bruni, un’ampia analisi del momento che vive l’America’s Cup.

Altre dichiarazioni della giornata:

Max Sirena, skipper Luna Rossa Swordfish
“Siamo veramente arrabbiati per quello che è successo, ci sono delle regole ferree e andrebbero rispettate per evitare di incorrere in questi incidenti. Non è stato un bel comportamento quello dei kiwi, ma quando si è in acqua vogliono vincere tutti. Il sesto uomo (l’ospite in barca) era uno del nostro team, per fortuna quindi non c’è stato panico. Ma quando Massimiliano Rosolino è salito sul catamarano per la regata di flotta, per prima cosa gli ho chiesto se sapeva nuotare”.

Dean Barker,  skipper New Zealand
“Sono veramente desolato per l’incidente con Luna Rossa. Certe cose non dovrebbero accadere. Purtroppo anche noi abbiamo avuto dei danni, anche se non così gravi, come quelli di Swordfish”.

Tom Slingsby, skipper Oracle
“Oggi è stata una buona giornata per noi e domani ci aspetta una bella sfida contro gli inglesi di JPMorgan Bar. Nei giorni precedenti abbiamo provato in allenamento dei match race e ci siamo sempre alternati nelle vittorie. Fifty- fifty, anche se forse Anislie ha messo a segno qualche vittoria in più”.

Ben Ainslie,  skipper JP Morgan
“Siamo andati molto peggio rispetto a ieri nonostante ci fosse vento più costante, ma siamo concentrati per rifarci domani nel match race  contro Oracle”.

La Gallery di Olaf Pignataro/Red Bull

LEAVE A REPLY

Please enter your comment!
Please enter your name here