SHARE

Lanzarote, Spagna- Vela internazionale in lutto oggi per la scomparsa improvvisa di Magnus Olsson, lo skipper svedese che deteneva il record di partecipazioni alla Whitbread/Volvo Ocean Race con sei presenze tra il 1985 con Drum e il 2008, quando fu skipper di Ericsson 3, vincendo tra l’altro la mitica tappa Qingdao-Rio de Janeiro, la più lunga mai disputata nella storia del giro del mondo, e vincendo tutto il giro come membro di EF Language nel 1997-98. In carriera aveva anche regatato sui 505 e aveva fatto parte del team Sverige in Coppa America nel 1976.

Il volto sorridente di Magnus Ollson. Foto Kneale/VOR
Il volto sorridente di Magnus Ollson. Foto Kneale/VOR

Olsson, 64 anni, è rimasto vittima di un infarto la scorsa settimana mentre era impegnato a Lanzarote, alle Canarie, come coach del team femminile Team SCA impegnato per la prossima edizione della Volvo Ocean Race. Nonostante un iniziale miglioramento, la situazione sanitaria è precipitata e Olsson è deceduto nella giornata di sabato mentre era ricoverato in terapia intensiva.

Volto sempre sorridente scavato dal sole, lo  svedese era noto per le sue qualità marinaresche e umane, con una carica positiva e professionale enorme. Così lo ricorda il CEO della VOR Knut Frostad: “E’ con grande triestezza che ho ricevuto la notizia della scomparsa di Magnus oggi. Lui è stato il mio mentore quando ho navigato intorno al mondo con lui 20 anni fa. E’ stato di ispirazione per me e per molti altri e, più di ogni altra cosa, era il sorriso della regata. Un vero amico se n’è andato per il viaggio finale e il mondo velico non sarà più lo stesso senza Nagnus e il suo sorriso. Mai. I miei pensieri oggi vanno ai suoi due figli e alla sua famiglia”.

www.volvooceanrace.org

3 COMMENTS

LEAVE A REPLY

Please enter your comment!
Please enter your name here