SHARE

Palermo- (Mauro Giuffrè) Ultimi preparativi a Palermo per la partenza del primo degli appuntamenti dell’altura a rating siciliana, start alle 19.30 del 24 aprile, la One Hundred and Thirty Miles, prova di 130 miglia che porterà la flotta fino a Salina dopo avere doppiato Filicudi, Vulcano e Panarea. Sono 33 le barche iscritte alla lunga, che diventeranno ben 65 a Salina per l’Eolian Sailing Week che si disputerà a partire dal 28 maggio con base al Porto delle Eolie di Santa Marina.

La rinnovata Cala di Palermo, porto turistico al centro della città ora perfettamente fruibile. Foto Giuffré
La rinnovata Cala di Palermo, porto turistico al centro della città ora perfettamente fruibile. Foto Giuffré

Nello splendido scenario dei saloni della settecentesca Villa Niscemi si è svolta la conferenza stampa di presentazione del Circuito del Mare, la lunga stagione velica siciliana, che interesserà anche Favignana, San Vito e Marsala. Come detto si inizia da Palermo e Salina, e si proseguirà a Marsala dal 9 al 12 maggio dove oltre alle barche d’altura saranno presenti 30 dei migliori specialisti dei Platu 25 non solo italiani: ci sarà Sandro Montefusco su Euz, ma anche i fortissimi spagnoli di Dinuovosimpatia. Dal 30 maggio al 2 giugno lo spettacolo della grande vela farà invece tappa a San Vito per il Campionato Orci del Mediterraneo: spettacolo assicurato con i campioni del mondo di Scugnizza, con il Tp52 Aniene I Classe, e con gli X41 impegnati nel campionato nazionale. Dal 7 al 9 giugno sarà protagonista la “Farfalla”, come viene chiamata l’isola di Favignana per la sua particolare forma: l’Egadi Sailing Week sarà riservato alla classe minialtura. La chiusura del Circuito del Mare sarà ancora a Palermo con la nuovissima Palermo Sailing Week dall’11 al 15 settembre con una prova di 506 miglia riservata alla classe Mini 6.50.

Da sinistra: i sindaci di San Vito, Salina, Marsala, Palermo, Favignana. Foto Giuffré
Da sinistra: i sindaci di San Vito, Salina, Marsala, Palermo, Favignana. Foto Giuffré

Un tour attraverso le località più belle e ventose dell’isola con alcune tra le migliori barche dell’altura mediterranea impegnate in regate che si svolgeranno in scenari mozzafiato. Un programma a cui ha creduto molto anche il Sindaco di Palermo Leoluca Orlando che vede questi eventi come un’occasione di rilancio della Sicilia: “Abbiamo territori con storie importanti, dobbiamo metterle a reddito. La Sicilia è un mosaico ma dobbiamo darle una cornice per evitare che il mosaico crolli, la Sicilia deve diventare la capitale delle culture”. Palermo metterà in mostra la nuova Cala, il porto turistico situato nel cuore del centro storico del capoluogo siciliano, che ha cambiato volto dopo due anni di lavori: prati, panchine in pietra e terrazze per permettere alla città di riappropriarsi del proprio porto, tornato agli antichi splendori, uno spazio fruibile da tutta la cittadinanza.

Ancora un dettaglio della Cala. Foto Giuffré
Ancora un dettaglio della Cala. Foto Giuffré

One Hundred and Thirty Miles
Le previsioni meteo promettono una partenza scoppiettante per la lunga di apertura del primo degli appuntamenti siciliani, seconda tappa del Campionato Offshore Italiano: uno Scirocco con possibili punte oltre i 40 nodi interesserà l’arcipelago delle Eolie tra il 24 e il 25 aprile rendendo la rotta di questa 130 miglia più che impervia ai regatanti. Un rischio per tutte le barche che proseguiranno la settimana con le regate dell’Eolian Sailing Week a Salina, e dovranno cercare di preservare i mezzi evitando le rotture: il Comitato di Regata potrebbe posticipare di 24h la partenza consentendo alla flotta di partire in condizioni meno dure e comunque ventose, ma in tal senso non c’è stata nessuna comunicazione ufficiale. Il favorito della vigilia è senza dubbio il Mylius 14e55 Zenhea Takesha di Natale Lia che dovrà respingere gli attacchi del Comet 45s Elima e quelli dei fortissimi cechi del First 40.7 Three Sisers.
Tracking: http://www.eoliansailingweek.it/indexohtm.html

Eolian Sailing Week
Dopo le fatiche della lunga per i regatanti arriverà il momento di assaporare un po’ di atmosfera eoliana, tra regate e buona cucina. Tutto esaurito anche quest’anno per l’Eolian Sailing Week, con il piccolo porto di Santa Marina che riceverà le 65 arche iscritte, provenienti da varie parti d’Italia, che con i loro equipaggi porteranno sull’isola un’ottima anticipazione della stagione turistica, come ha puntualizzato il Sindaco di Santa Marina Massimo Lo Schiavo: “La nostra stagione turistica va da fine luglio a fine agosto, con questo evento facciamo il pieno a fine aprile, siamo quasi oltre la capienza del porto, è molto importante per la nostra comunità”. In acqua si darà battaglia la classe regata crociera per la Coppa delle Eolie mentre la classe Gran Crociera regaterà per la Coppa dello Ionio. Tante le barche che possono dire la loro tra i crociera regata: oltre ai già citati Three Sisters, Zenhea Takesha ed Elima, attenzione al Vismara 41 QQ7, al FY 49 Ars Una e al forte First 35 Squalo Bianco. Tra i Gran Crociera tutti a caccia dell’Elan 333 Mago Blu, quasi imbattibile nelle acque delle Eolie anche per le barche più grandi, ma che quest’anno avrà vita dura contro una flotta cresciuta sia numericamente sia sotto il profilo tecnico.
http://www.eoliansailingweek.it/indexohtm.html

2 COMMENTS

LEAVE A REPLY

Please enter your comment!
Please enter your name here