SHARE

Pornichet, Francia- Ancora un buon piazzamento per Prysmian nella seconda regata atlantica della Classe Mini 6.50, la Pornichet Select, una delle più impegnative del calendario con le sue 300 miglia in solitario al largo della costa bretone. Dopo aver condotto la maggior parte della regata in testa, Giancarlo Pedote è arrivato secondo (ad un solo minuto da Gwenolé Gahinet) con il suo proto Prysmian 747: si tratta del secondo podio in due regate. La regata si è svolta in condizioni di vento leggero, caratterizzato da una certa instabilità che ha giocato un ruolo importante nella classifica.

Prysmian in regata
Prysmian in regata

“E’ capitato più volte che, dopo un calo di vento, una nuova raffica entrasse spingendo le imbarcazioni che erano dietro di me a raggiungermi”. ha detto Pedote, “Così è successo anche alla fine della regata, quando il vento è arrivato dal largo e ha riportato Gwenolé a contatto diretto, vanificando ancora una volta il vantaggio che ero riuscito ad accumulare regolando puntigliosamente la barca e strambando al momento giusto. A 5 miglia dall’arrivo lottavamo a pochi metri di distanza. Gwenolé è riuscito a surfare un’onda in più di me e a prendere così un vantaggio che gli è bastato per tagliare la linea per primo. Ho allora giocato la carta dell’ultima strambata, per non lasciare nulla di intentato, ma quello che ho ottenuto è semplicemente stato perdere di 50 secondi in più. A Les Sables d’Olonne mi sono accorto che una rete da pesca si era impigliata nella chiglia. Ciò che ho fatto è stato avvisare Gwenolé e Benoit che mi sarei tuffato in mare per liberarmi dalla rete chiedendogli di sorvegliare la mia imbarcazione (navigavamo a vista) e di allertare i soccorsi nel caso non li avessi richiamati in un tempo di ca. 5 minuti. Mi sono infatti immerso senza alcun tipo di muta. Ho quindi ammainato completamente le vele e mi sono tuffato con un coltello in mano per tagliare la rete. L’operazione di per sé non è stata lunga, ma l’acqua era piuttosto fredda e il fatto di aver dovuto fermare completamente l’imbarcazione mi ha fatto perdere del tempo, tanto che sia Gwénolé sia Benoit mi hanno superato”.

Oggi, 24 aprile, le premiazioni e poi il trasferimento della barca a la Trinité sur Mer, da cui il 5 maggio partirà la Trinité-Plymouth.

www.giancarlopedote.it

LEAVE A REPLY

Please enter your comment!
Please enter your name here