SHARE

Santa Marina di Salina- (Mauro Giuffrè) Si è concluso a Salina, con quattro prove disputate, l’Eolian Sailing Week, in una giornata finale caratterizzata dall’aria instabile che ha comunque consentito alla flotta di completare una regata molto tecnica e imprevedibile. Lo Scirocco previsto ha lasciato spazio a un nordest variabile, con salti di vento e cali difficili da interpretare anche per i tattici più preparati.
In queste condizioni vengono fuori i più forti e la classifica finale da ragione a chi ha dimostrato continuità durante le tre giornate.

Three Sisters. Foto Nuccio
Three Sisters. Foto Nuccio

Nel gruppo A dei crociera regata vince il First 40.7 Three Sisters di Tomas Dolezal, arrivato a Salina per proseguire la sua preparazione verso il Mondiale Orci di Ancona. L’equipaggio della Repubblica Ceca ha dimostrato di essere sulla strada giusta e l’impressione è che ad Ancona Three Sisters possa essere competitiva. Alle loro spalle si piazza secondo il Mylius 14e55 Zenhea Takesha di Natale Lia, mentre chiude al terzo posto il Fy49 Ars Una di Rocchi-Biscarini. Nel gruppo B il podio va tutto ai piccoli First: al primo posto troviamo il 34.7 Good Fellas di Ettore Morace, secondo il 35 Wolverine di Giacomo Dell’Aria, terzo un altro 35, Weltanshauung di Fabrizio Mineo, al timone l’esperto Maurizio D’Amico.

Tra i Gran Crociera gruppo A vittoria per l’X442 Oxidiana di Ignazio Cusumano, davanti all’avveniristico Dreamer Tech, Vismara 52 di Massimo Savoca, terzo il Comet 41s Bluette di Mario Zappia. Nel gruppo B l’Elan 333 Mago Blu di Fulvio Palumbo Cardella dimostra ancora una volta di essere una spanna sopra gli altri e vince anche quest’anno, secondo posto per il Grand Soleil 343 Blue Moon di Giuseppe Cascino, terzo l’Elan 333 Kika di Francesco Fulci. Anche per i Gran Crociera il bilancio è ottimo: la classe sta crescendo sia numericamente che tecnicamente, le partenze sono sempre più tirate e gli equipaggi si vanno perfezionando.

L’Eolian Sailing Week si chiude anche quest’anno con un grande successo e con un ingrediente in più: la bellissima lunga che si è disputata da Palermo a Salina su un percorso di 130 miglia toccando le principali isole dell’arcipelago eoliano. Una prova inserita nel Campionato Italiano Offshore che si è rivelata molto  dura a dispetto delle “sole” 130 miglia di percorso. L’altura siciliana prosegue il suo programma con il Marsala Sailing Week dal 9 al 12 maggio, poi sarà la volta di San Vito Lo Capo per il Campionato Orc del Mediterraneo e il Campionato Italiano X-41 dal 30 maggio al 2 giugno; si proseguirà dal 7 al 9 giugno con le regate della “Farfalla” a Favignana, gran chiusura dall’11 al 15 settembre con la Palermo Sailing Week che ha in programma una prova di 500 miglia riservata alla classe Mini 6.50.
http://www.eoliansailingweek.it/

1 COMMENT

LEAVE A REPLY

Please enter your comment!
Please enter your name here