SHARE

Santa Marina di Salina- (Mauro Giuffrè) Equilibrio e spettacolo a Salina per le prime due giornate dell’Eolian Sailing Week, con le 65 barche che si sono date battaglia in acqua in regate molto tirate. Due bastoni e una costiera con la circumnavigazione di Lipari, è il programma fin qui svolto dalla flotta in condizioni meteo molto varie: brezza da nordest il primo giorno, scirocco rafficato fino a 30 nodi per il giro di Lipari.

Ars Una e Zeneha Takesha - Foto di Vivienne Nuccio
Ars Una e Zeneha Takesha – Foto di Vivienne Nuccio

L’equilibrio è massimo, e così può capitare che il piccolo Elan 333 Mago Blu, non nuovo a imprese eoliane, metta dietro nella classifica compensata dei Gran Crociera l’avveniristico Vismara 52 Dreamer Tech. La lotta al vertice per la classifica overall a una giornata dal termine coinvolge diverse barche: oltre a Mago Blu e Dreamer Tech, possono dire la loro il Comet 41s Bluette e l’X442 Oxidiana, mentre per le classifiche di classe, per l’occasione divise in  A e B sul modello degli eventi internazionali, sono tanti gli equipaggi che sperano di trovare la carta vincente nella giornata di chiusura.

Tra i crociera regata in grande evidenza il First 40.7 della Repubblica Ceca Three Sisters, in una categoria dall’alto coefficiente tecnico dove il Mylius 14e55 Zenhea Takesha e il FY49 Ars Una devono svolgere il ruolo delle ammiraglie ma si scontrano con una flotta agguerrita. Il First 34.7 Good Fellas, il Grand Soleil 40 Acchiappasogni, il 34.7 Wolverine e il First 35 Squalo Bianco sono in agguato e alla prima distrazione delle ammiraglie possono cambiare le sorti della classifica. A testimonianza del buon livello della manifestazione ci sono i giri di boa affollati e partenze molto tirate: ne fa le spese anche il Comitato di Regata che si trova spesso a doversi proteggere dai passaggi un po’ troppo ravvicinati dei concorrenti allo start.

Il resto lo fa l’Isola di Salina che anche quest’anno ha accolto gli equipaggi con un meteo dal sapore estivo: sole, granite, buon pesce, “pane cunsatu” e birra a volontà, ci sono tutti gli ingredienti adatti a una regata di grande successo che anno dopo anno si conferma molto gradita dagli equipaggi, e non solo a quelli siciliani.
 http://www.eoliansailingweek.it/

LEAVE A REPLY

Please enter your comment!
Please enter your name here