SHARE

Qingdao, Cina- The Wave Muscat ha vinto il terzo Act delle Extreme Sailing Series disputato a Qingdao, in Cina.
Prima che prendesse il via l’ultima prova, quella che come di consueto vale doppio punteggio, la battaglia per la vittoria era tra Alinghi e The Wave, Muscat che hanno regatato a controllo per l’intera prova tenendosi d’occhio a vicenda. Il team svizzero vincitore dell’America’s Cup ha sfruttato la sua esperienza per battere in astuzia il team Leigh McMillan tuttavia, nonostante Alinghi abbia vinto l’ultima prova con punteggio doppio, la vittoria dell’Act è andata a McMillan, che entusiasta ha commentato: “E’ un enorme sollievo! Riuscire a fare meglio di Alinghi con venti così leggeri è un grande risultato per noi. Quando la sfida è diventata praticamente un ‘uno contro uno’, Alinghi sembrava performare più di noi. E’ stata una battaglia molto dura, loro sono un team molto difficile da battere. Il resto dell’anno si preannuncia davvero emozionante.”

L'Extreme 40 Land Rover a Qingdao
L’Extreme 40 Land Rover a Qingdao

Morgan Larson, che ha sostituito in questo Act Ernesto Bertarelli al timone, era visibilmente dispiaciuto per aver perso l’Act negli ultimi secondi dell’ultima regata e ha commentato così la tattica dell’ultima prova: “Avevamo The Wave, Muscat sottovento quindi li abbiamo controllati per tutta la regata costringendoli a continue virate e facendo in modo che Red Bull Sailing Team e SAP Extreme Sailing Team si mettessero fra noi. Ma i ragazzi di The Wave, Muscat avevano navigato con così tanta abilità durante l’intera settimana che non si sono dati per vinti e hanno combattuto fino all’ultimo superando le barche che ci separavano proprio alla fine.”

Alinghi è ancora in testa alla classifica overall delle Series, dopo aver concluso al terzo e al primo posto rispettivamente gli Act 1 e 2. SAP Extreme Sailing Team, ha dato il massimo fin dalla prima regata e, vincendo tre prove, ha ridotto gradualmente il distacco con GAC Pindar fino a superarlo. Il team danese, che ha Gram-Hansen nel ruolo di timoniere, è la seconda volta che, dall’inizio dell’anno, sale sul podio, dopo il terzo posto a Singapore solo tre settimane fa. Più frustrati i team di GAC Pindar, il cui giovane timoniere neozelandese Will Tiller si è visto sfilare il podio dal team danese, e quello di Red Bull Sailing Team che a bordo ha Roman Hagara e Hans Peter Steinacher, due volte medaglia d’oro alle Olimpiadi, che hanno concluso al quinto posto.

All’inizio della settimana Land Rover uno dei brand britannici per eccellenza, ha annunciato la sponsorizzazione per tre anni in qualità di Main Partner del circuito. La nuova partnership è stata celebrata con il battesimo ufficiale di un Extreme 40 brandizzato Land Rover che ha fatto il suo debutto ufficiale a Qingdao ed è stato utilizzato come piattaforma per ospitare VIP e ospiti media. La prossima tappa degli Extreme 40 sarà Istanbul dal 20 al 23 giugno per l’Act 4, la tensione tra i team sarà al massimo dato che il circuito si appresta a superare la metà dell’anno.

Extreme Sailing Series 2013 Act 3, Qingdao
1° The Wave, Muscat (OMA) Leigh McMillan, Ed Smyth, Pete Greenhalgh, Musab Al Hadi, Will Howden 202 punti.
2° Alinghi (SUI) Morgan Larson, Stuart Pollard, Pierre Yves Jorand, Nils Frei, Yves Detrey 200 punti.
3° SAP Extreme Sailing Team (DEN) Jes Gram-Hansen, Rasmus Kostner, Pete Cumming, Mikkel Røssberg, Nicolai Sehested 191 punti.
4° GAC Pindar (NZL) Will Tiller, Shaun Mason, Stewart Dodson, Harry Thurston, Matt Steven 181 punti.
5° Red Bull Sailing Team (AUT) Roman Hagara, Hans Peter Steinacher, Matthew Adams, Simon Cook, Graeme Spence 168 punti.
6° Team Korea (KOR) Peter Burling, Matt Vincent, Mark Bulkeley, Tom Johnson, Sungwok Kim 163 punti.
7° Realteam (SUI) Jerome Clerc, Bryan Mettraux, Arnaud Psarofaghis, Cédric Schmidt, Thiery Wassem 154 punti.
8° China Team (CHN) Mitch Booth, Wen Zijin, Yingkit Cheng, Liu Xue, Zhang Yiran 145 punti.

www.extremesailingseries.com

1 COMMENT

LEAVE A REPLY

Please enter your comment!
Please enter your name here