SHARE

San Francisco, USA- In attesa delle dichiarazioni ufficiali di Patrizio Bertelli sul futuro di Luna Rossa, ci soffermiamo sulle modifiche apportate all’AC72 dal team guidato da Max Sirena in base a quanto si è visto dalle prime foto arrivare da San Francisco.

Il nostro esperto Beppe Giannini, osserva che “La serie di modifiche appare simile a quelle effettuate da ETNZ nel passaggio a barca 2: specchi di poppa tagliati, carenatura della traversa posteriore, postazioni grinder abbassate, ombrinali ridotti, bordo ondulato per la trave del flap.
Poi, quello che salta agli occhi è l’eliminazione della pellicola cromata sull’opera viva: più che a una riduzione di peso, questo dovrebbe essere dovuto alla minore resistenza di una verniciatura carteggiata ultrafine alle alte velocità.

Le modifiche all'AC72 Luna Rossa ben descritte da Jack Griffin su cupexperience.com
Le modifiche all’AC72 Luna Rossa ben descritte da Jack Griffin su cupexperience.com
by Jack Griffin, cupexperience.com
by Jack Griffin, cupexperience.com

Notati anche gli aggiornamenti kiwi che non sono stati adottati: c’è ancora la briglia tra sartie alte e volanti invece di un unico elemento fino allo scafo. Ma soprattutto al momento le derive sono quelle già viste, in particolare a dritta ce n’è una a “S/L” che si suppone dia maggiore sicurezza, ma anche più resistenza. Non sembra che siano state montate le casse deriva a due gradi di libertà (compreso quindi il canting/inclinazione trasversale), adottate sia da Oracle sia da ETNZ per le loro seconde barche”.

Notiamo che per i daggerboard, alle ACWS di Napoli lo skipper Max Sirena aveva annunciato importanti novità al riguardo. Vedremo se saranno presentate nei prossimi giorni.

Luna Rossa AC72 in allenamento ad Auckland. Foto Borlenghi
La prima versione di Luna Rossa AC72 in allenamento ad Auckland. Foto Borlenghi

2 COMMENTS

LEAVE A REPLY

Please enter your comment!
Please enter your name here