SHARE

Riva di Traiano- Giunta alla sua XI edizione la regata d’altura notturna “Giannutri per noi” (74 miglia sul percorso no-stop Riva di Traiano -Giannutri-Riva di Traiano), è organizzata dall’Associazione Velica Granlasco. Partita sabato 18 maggio da Riva di Traiano alle ore 18, si è conclusa domenica 19 con l’arrivo di tutte le imbarcazioni partecipanti.

Milù, vincitore in compensato
Milù, vincitore in compensato

Quest’anno al via c’era anche il navigatore solitario Paquale De Gregorio a bordo del suo First 45F5 “Vento di Monciuria”; il velista romano per l’occasione aveva a bordo alcuni allievi della scuola Granlasco. Fra le imbarcazioni in gara c’erano naturalmente tutte le 5 imbarcazioni della scuola Granlasco (tre First 31.7, un First 36.7 e un Dufour 34), una delle quali, il First 31.7 “Falanghina”, ha conquistato il terzo posto in classifica generale.

Al via il vento di Scirocco sui 6 nodi ha consentito una bella partenza: le imbarcazioni dirette verso nord hanno subito issato lo spinnaker. A prendere subito la testa della flotta è stata l’imbarcazione “Milù”, il Grand Surprise, portato dalla coppia Stefano Marioni e Claudio Ronchietto. Lungo il percorso il meteo non è stato clemente, riservando agli equipaggi tutte le variabili previste: assenza di vento, sole, pioggia ed infine vento sostenuto con punte a 30 nodi.

Il primo a tagliare il traguardo domenica mattina è stato il Tripp 40 “Stripptease” di Riccardo Serranò. La classifica in tempo compensato vede al primo posto “Milù”, seguito da “Stripptease”, mentre terzo è “Falanghina”, il First 31.7 portato da Giovanni Osbat, imbarcazione.

Il record della regata “Giannutri per noi” rimane invariato: 10 ore e 18 minuti stabilito nel 2012 dal Grand Soleil 43 “Vanité” di Mario
Aquila. Gli sponsor della regata: Jack Daniel’s e OrtoCori.
www.granlasco.it

LEAVE A REPLY

Please enter your comment!
Please enter your name here