SHARE

Santa Margherita- Che bella notizia vedere Giorgio Gorla vincere oggi il Campionato Italiano Dinghy a Santa Margheita Ligure. Il grande Dodo, olimpionico con due bronzi nella classe Star insieme al compianto Alfio Peraboni, si è imposto infatti nel Trofeo SIAD Bombola d’Oro valido per il tricolore del centenario Dinghy. Nonno Dodo… il nome del suo Dinghy. Gorla ha ottenuno un 4(RDG)-6-6-2-2 che gli ha consentito di superare di un punto Paolino Viacava, campionissimo della classe e imbattibile nelle sue acque sin’ora (5-3-2-40-5). Terzo Emanuele Tua (1-10-8-1-24). Ben 119 i Dinghy iscritti per una deriva che è ormai ragione di vita per molti dei suoi appassionati.

Dodo Gorla sul Dinghy. Foto Rastrelli
Dodo Gorla sul Dinghy. Foto Rastrelli

La giornata è cominciata con piovaschi e venti molto instabili: le difficili condizioni meteo hanno impegnato per tutta la mattina il Comitato di Regata che ha dovuto attendere lo stabilizzarsi della situazione prima di far scendere in mare i partecipanti, alle 13 e 30.

La prima prova ha preso il via alle 14 e 27 con un vento regolare da nord di 10 nodi.
A vincerla Emanuele Tua con Orietta Mia, seguito da Giorgio”Dodo” Gorla su Nonno Dodo e da Italo Bertacca con Arch.Melandri.
Alle 16 e 29 è partita la seconda prova di giornata, con un vento da ponente di 7 nodi. Vincitore Francesco Rebaudi con Kinnor, secondo Dodo Gorla con Nonno Dodo, terzo Riccardo Papa su Nerone.

La premiazione si è svolta alle 19 di oggi all’Hotel Miramare di Santa Margherita.
Giorgio “Dodo” Gorla con Nonno Dodo si aggiudica il Trofeo Challenge SIAD Bombola d’Oro, una coppa YCI e una medaglia d’oro.
Italo Bertacca, primo classificato dei Dinghy 12’ Classici a bordo di Arch. Melandri (scafo in legno con armo in legno) vince il Trofeo SIAD Bombola d’Argento.
Il Trofeo Giovanni Falck va alla migliore squadra composta da tre timonieri appartenenti allo stesso Club (uno dei tre dovrà aver compiuto almeno 60 anni, o essere di sesso femminile o essere timoniere di una imbarcazione in legno): vince la squadra “Artiglieri” composta da Emanuele Tua, Italo Bertacchi e Dani Colapietro.

Vengono inoltre premiati i primi tre classificati Master Over 60: primo Giorgio “Dodo” Gorla, secondo Vincenzo Penagini, terzo Filippo Jannello.
Gaetano Allodi con Bonaldinho, vincitore Master Over 70, si aggiudica un modellino di dinghy 12’.
Ugo Leopaldi con Diva (LNI Napoli) siaggiudica il premio The Legend per il primo classificato Over 80.
Paola Randazzo con Strepitosa 2 (CV Sicilia) vince il premio riservato al primo timoniere femminile.
Saranno inoltre premiate le prime 10 imbarcazioni nella classifica generale e le prime 5 nella categoria Dinghy 12’ Cassico.
Tra tutti i dinghy iscritti (e che abbiano preso la partenza salvo cause di forza maggiore in tutte le prove in programma) è stato sorteggiato, tra i presenti alla premiazione, un premio del valore di 10.000 € da destinare alla Fondazione Tender to Nave Italia Onlus quale contributo al progetto indicato dalla Fondazione stessa per il 2013.

La classifica generale del Campionato Italiano Dinghy 12’ – 17° Trofeo SIAD Bombola d’Oro:
1. Nonno Dodo  -Giorgio “Dodo” Gorla (CV Orta)
2. Mailin – Paolo Viacava (CV Santa Margherita Ligure)
3. Orietta Mia – Emanuele Tua (CN Cavo)
4. Kinnor – Francesco Rebaudi (CV Santa Margherita Ligure)
5. Nerone – Riccardo Papa (Canottieri Tevere Remo)
6. Protospritz – Enrico Michel (SV Oscar Cosulich)
7. Arch.Melandri di Italo Bertacca (Società Velica Viareggina)
8. Lazy Behemot – Vittorio D’Albertas (CN Lavagna)
9. Plotzlich Barabba – Vincenzo Penagini (Yacht Club Italiano)
10. Cicci – Filippo Jannello (CV Santa Margherita Ligure).

Il Campionato Italiano Dinghy 12’ Trofeo SIAD Bombola d’Oro è stato organizzato dallo Yacht Club Italiano in collaborazione con il Circolo Velico di Santa Margherita Ligure e con la partnership di SIAD, uno dei principali gruppi chimici italiani e che opera nei settori gas industriali, engineering, healthcare, servizi e beni industriali.
La regata ha il patrocinio dei Comuni di Portofino e Santa Margherita Ligure.

4 COMMENTS

  1. Non era giusto ricordare che Viacava ha vinto questo Trofeo per gli ultimi 13 anni, consecutivi? Quel “Paolino Viacava, campionissimo della classe e imbattibile nelle sue acque sin’ora” mi pare davvero tanto superficiale.

    • Ciao Roberto, di Paolino Viacava abbiamo scritto molto in passato e abbiamo dedicato interviste in video. “campionissimo della classe e imbattibile nelle sue acque sin’ora” non ci pare proprio una valutazione superficiale, non le pare? Un saluto

      • Quello che avete fatto in passato non conta, perché in internet tutto viene divorato e finisce mille pagine indietro nell’arco di pochi giorni. Secondo me il dato numerico dei 13 anni rendeva molto più l’idea della durata della sua imbattibilità perché è un dato oggettivo. La vostra frase, per quanto positiva, è un po’ generica, potrebbe essere rivolta a qualsiasi velista con un’imbattibilità prolungata da 3 a 100 anni. Comunque, se per voi 13 anni di vittorie consecutive non era una dato rilevante e bastava dire che è imbattibile nelle sue acque, va bene così, sono scelte. Saluti.

LEAVE A REPLY

Please enter your comment!
Please enter your name here