SHARE

Marina di Ravenna- Grado 3 a Marina di Ravenna la VI edizione del match race internazionale Grado 3, organizzato dall’associazione sportiva Sport Vela Ravenna in collaborazione con la LNI di Ravenna e il Circolo Velico Ravennate. Dopo due giorni di regate con meteo variabile, il ravennate Jacopo Pasini (campione italiano in carica di specialità) si è imposto sull’altro equipaggio locale di Michele Ivaldi. Si è dovuto accontentare della terza posizione il polacco Rosinski, numero 20 al mondo della classifica di specialità. Quarto lo svizzero Mueller.

Un momento della regata
Un momento della regata

Jacopo Pasini e il suo equipaggio composto da Federico Pasini, Michele Mazzotti e Fabrizio Asioli, hanno concluso in testa il girone di qualificazione perdendo un solo match contro Rosinski, seguiti da Michele Ivaldi (in equipaggio con il fratello Matteo, Alberto Ricci e Roberto Solaroli) autore di una bella rimonta, a pari punti con Rosinski.
Nella finale per il primo e secondo posto, Pasini si è imposto in entrambi i match su Michele Ivaldi (in equipaggio con il fratello Matteo, Alberto Ricci e Roberto Solaroli).
Nella finale per il terzo-quarto posto, Rosinski si è imposto per 2 match a 0 su Mueller.

Claudio Emiliani, presidente di Sport Vela Ravenna ha così commentato: “Siamo davvero contenti di questa edizione di Grado3, il livello dei partecipanti  è notevolmente cresciuto a dimostrazione del lavoro svolto in questi 6 anni. GRADO3 ha acquisito una reputazione internazionale di tutto rispetto e il livello crescente dei regatanti ne è la dimostrazione. Un plauso particolare va allo staff dei giudici di regata che anche in condizioni meteo molto variabili hanno dimostrato la loro professionalità ed esperienza, riconosciute in tutta Italia. Devo ringraziare il Circolo Velico Ravennate per averci ospitato e fornito i mezzi necessari ad organizzare una regata come questa. Un ringraziamento speciale va ai nostri sponsor Fondazione Cassa di Risparmio, CMC, ACMAR,Consorzio Ciro Menotti, Systema, 3B Logistic, che anche in un periodo economico difficile come questo continuano a supportarci. L’appuntamento è per l’anno prossimo con un’edizione ancora più ricca ed importante”.

LEAVE A REPLY

Please enter your comment!
Please enter your name here