SHARE

Cowes, UK- Al mitico Rolex Fastnet, che partirà l’11 agosto prossimo, ci saranno quest’anno ben sei barche italiane. Tra queste anche un team italiano di non professionisti. Si tratta di Beat Leukemia’s Wind ed è legato all’organizzazione no-profit www.beat-leukemia.org. La barca è un First 40.7 con albero e bulbo maggiorati, si chiama Quinta e ha numero velico GBR7360T, ed è stata noleggiata dal team dello skipper Alberto Scicchitano e di Lorenzo Taccini presso una società charter di Southampton.

In maggio il team ha svolto un allenamento su un altro First 40.7 e poi ha disputato la Myth of Malham, regata di preparazione al Fastnet, con Quinta. Le restanti miglia di qualificazione richieste dal Rorc per partecipare al Fastnet sono state sostituite con una navigazione documentata del giro della Corsica senza scali con un altro First 40.7.

Il Leukemia
Il Beat Leukemia’s Wind team

“Oltre a goderci la sensazione di gareggiare in un mare che per noi è nuovo e rappresenta una bellissima sfida”; ci dice Lorenzo Taccini, “con questa esperienza vogliamo cogliere un’altra sfida: quella contro una malattia come la leucemia che è ben più dura di qualsiasi vento e corrente. Ed è proprio per questo che il nostro spinnaker recita “Beat Leukemia’s Wind”.

Pagina Facebook: https://www.facebook.com/pages/Beat-Leukemias-wind/366351866795817

Ricordiamo che la Rolex Fastnet Race è una delle quattro grandi regate dell’altura internazionale. Si disputa dal 1925 ogni due anni, sulla rotta da Cowes allo scoglio del Fastnet in Irlanda e arrivo a Plymouth, per 608 difficili miglia complessive. All’edizione dei record del 2013, organizzata come sempre dal Royal Ocean Racing Club, partecipanto ben 340 barche stazzate IRC più una quarantina nelle classi che corrono in reale (multihull, IMOCA, Class 40 e Mini Transat). Numero più alto negli 89 anni di storia della regata, tanto che il RORC ha innalzato il limite massimo di iscritti dopo che nelle prime 24 ore dall’apertura delle registrazioni si erano iscritte 300 barche.

Tra queste figurano anche altre cinque barche italiane: Vento di Sardegna di Andrea Mura che regaterà con Samatnha Evans e un equipaggio di allievi, il Cookson 50 Cantankerous di Germana Tognella, il Dufour 34e Duffy di Enrico Calvi, l’Aniene team con il Tp52 di Giorgio Martin e lo Swan 45 Vanuden.

http://fastnet.rorc.org/

LEAVE A REPLY

Please enter your comment!
Please enter your name here