SHARE

Ultim’ora- Low Noise penalizzata del 25% dopo una protesta di stazza (prima respinta e poi riaperta)….Scugnizza in testa con il Mondiale in mano. dichiarazione di De Blasio in serata: “non ci interessa, noi vogliamo vincere sull’acqua”…c’è grande polemica ad Ancona.

Ancona- (Mauro Giuffrè) Giornata molto importante ad Ancona ai fini della classifica dei gruppi A e B del Mondiale ORC Adria Ferries. Il Comitato di Regata è riuscito a portare a termine due prove in condizioni meteo impegnative sotto un nordovest superiore ai 15 nodi. La lotta al vertice è ormai definita, ma a una giornata dal termine il titolo iridato resta quanto mai in bilico, anche grazie a un campo di regata che in questa settimana si è rivelato molto variabile a causa del meteo perturbato. La terza prova non è stata effettuata per l’arrivo di un temporale che ha alterato la regolarità del vento.

Huracan. Foto Taccola
Huracan. Foto Taccola

Nel gruppo A la prima prova va al Tp 52 Hurakan di Marco Serafini, con gli altri Tp che non riescono a essere competitivi come a inizio settimana: chiude secondo il Grand Soleil 42 R0, battente bandiera brasiliana, Bohemia Express con equipaggio internazionale, mentre al terzo posto troviamo il Dehler 44 MOD Selene Alifax di Massimo De Campo. Gran giornata per Bohemia Express che vince la seconda prova, davanti ad Hurakan e Aniene, guadagnando punti importanti.

Bohemia Express. Foto Taccola
Bohemia Express. Foto Taccola

Per la classifica generale del gruppo A: Hurakan 16 punti, Aniene 22, Calipso IV 31.

Abbiamo parlato con Enrico Zennaro, timoniere di Bohemia che ci ha raccontato quanto difficile è regatare contro i Tp: “Sono molto soddisfatto perché abbiamo una barca che ha difficoltà a pagarsi i rating ed è tra le più piccole del gruppo A. Abbiamo fatto partenze impeccabili e una tattica eccellente. Abbiamo sfruttato la variabilità delle condizioni meteo per potere fare risultato, altrimenti i Tp 52 su una regata con vento intenso e sempre regolare sono quasi imbattibili”.

Per quanto riguarda il gruppo B viene confermata la leadership dell’M37 Low Noise di Giuseppe Giuffrè, che vince una prova ma non brilla, settimo, nella seconda di giornata. L’NM38s Scugnizza di Enzo De Blasio è stata invece protagonista di una giornata abbastanza regolare chiusa con un 3-2. Il Comet 38s Uka Uka Racing, molto competitivo con aria sostenuta, ha aperto la sua giornata con un secondo posto, ma l’OCS nella seconda prova ha praticamente compromesso le ambizioni di classifica.

Uka Uka Racing. Foto Taccola
Uka Uka Racing. Foto Taccola

La generale dopo cinque prove vede quindi in testa Low Noise con 12 punti, davanti a Scugnizza con 16, mentre sale al terzo posto il sorprendente First 35 South Kensington di Alessandro Consiglio con 39.5, autore di una vittoria di giornata. South Kensington guida la classifica Corinthian, davanti al First 40.7 Jasmine Moroni e al First 34.7 Good Fellas di Ettore Morace.

Scugnizza. Foto Taccola
Scugnizza. Foto Taccola

Enzo De Blasio al rientro delle regate ci ha riferito le difficoltà di regatare in questa stagione con un rating poco favorevole: “Siamo stati penalizzati di circa 20 secondi miglio sul certificato ORC. Abbiamo dovuto rallentare Scugnizza con delle modifiche per cercare di colmare il gap che si era creato, riducendolo a 12”. Dobbiamo essere perfetti per vincere. Il campo di regata è bello ma siamo capitati in un periodo difficile. Siamo pronti per la giornata decisiva di domani”.

Grande pressione anche per l’equipaggio rivelazione South Kensington, come ci ha raccontato l’armatore Alessandro Consiglio: “Domani si decide tutto, speriamo di dormire stanotte. Ci siamo preparati a lungo per quest’appuntamento, un grande lavoro considerato che siamo un equipaggio di amici”.

Abbiamo incontrato anche Simone Ferrarese, uno dei timonieri italiani di maggiore talento, vincitore della Congressional Cup, qui ad Ancona al timone di un Grand Soleil 43 Reve de Vie: “La situazione meteo è particolare, non sembra di essere al 28 giugno, oggi è stata una giornata difficile con i groppi che c’erano in giro. Il livello tecnico è alto, con tanti velisti forti. Credo però che il sistema ORC deve migliorare ed essere bilanciato maggiormente”.

Abbiamo parlato sulle banchine del Marina Dorica anche con Massimo Guardigli, titolare della Comar Yachts, arrivato ad Ancona per seguire da vicino il Comet 38s Uka Uka Racing, al quale abbiamo chiesto le sue impressioni sulla manifestazione e sull’andamento della barca: “Dobbiamo fare i complimenti agli organizzatori, è un vero mondiale. Siamo soddisfatti di Uka Uka, considerando che resta pur sempre una barca di serie che compete in una flotta di alto livello. La barca regata anche bene in tempo reale e comunque siamo contenti del confronto con le barche nuove, simili al nostro 38’, degli altri cantieri. E poi il Comet 38s è anche una bella barca da crociera”.

Due battute anche con il tattico di Uka Uka Racing Daniele De Tullio al quale abbiamo chiesto un breve commento sulla giornata: “Secondi nella prima e OCS nella seconda regata. Ero convinto di essere dentro e la Giuria non ci ha chiamato alla radio, voglio rivedere il video della partenza”.

Alessandro Nazareth, presidente dell’ITC dell’ORC: “Nel gruppo A la flotta è molto diversificata in termini di caratteristiche tecniche: dal più performante TP52 alle barche di serie Dehler 44 o First 40, passando per un discreto numero di modelli intermedi come il Farr 40 o i vecchi Grand Soleil 42, nella classifica in tempo compensato le posizioni si alternano e i tempi sono molto ravvicinati: segno di un buon funzionamento del programma VPP ORC usato per la definizione dei rating. Nel gruppo B la flotta è molto più omogenea nelle caratteristiche, a parte le eccezioni di Scugnizza e Low Noise, che sono dei semi-custom, e tra le top scorer c’è meno alternanza nei risultati, quindi la classifica dipende molto più dall’effettiva preparazione dell’equipaggio”.

Domani segnali alle ore 10.25, nessuna partenza prevista dopo le 15.30, per una giornata di grande vela.

www.orcworlds2013.com

LEAVE A REPLY

Please enter your comment!
Please enter your name here