SHARE

San Vito Lo Capo- Oggi giornata di allenamenti e dei consueti controlli di stazza per i 24 Platu 25 che sono arrivati nella splendida San Vito Lo Capo. Da domani, infatti, si sfideranno in quattro giorni di regate per contendersi il titolo di campione d’Italia della classe. Il Campionato Nazionale è stato organizzato da Comitato Sicilia Sailing Week. Sulla linea di partenza, grazie alla formula Open, saranno schierati anche due equipaggi provenienti dalla Russia: Navis Vela timonata da Marina Kasatova e Navis Bravo di Valery Babakov.

Campione in carica è “Euz II Monella Vagabonda” di Francesco Lanera, con a bordo l’equipaggio delle grandi occasioni – Sandro Montefusco al timone e il fratello Paolo alla tattica – lo stesso che ha già permesso a questa fortissima imbarcazione pugliese di vincere, per due anni consecutivi, due Campionati del Mondo Platu 25 e il Campionato Italiano a Molfetta nel 2012. Lanera e i suoi ragazzi scenderanno in acqua a San Vito Lo Capo, dopo aver primeggiato nelle due precedenti tappe siciliane (Favignana e Marsala, valide per la Coppa Italia) e con già, all’orizzonte, l’importante appuntamento con i Mondiali a Portosin, in Spagna, dal 22 al 28 settembre.

Tra i favoriti per la vittoria finale ci sarà un’altra barca pugliese, “Five For Fighting 3” di Tommaso De Bellis, con l’olimpico Michele Regolo alla tattica e Andrea Airò al timone. Si prospetta un confronto davvero avvincente tra le due imbarcazioni, entrambe provenienti dalla sezione della Lega Navale di Monopoli.

EUZ Monella Vagabonda II in azione al Mondiale Platu 2012 a Cala de' Medici. Saranno loro l'equipaggio da battere per laurearsi campiona nazionale della classe Platu
EUZ Monella Vagabonda II in azione al Mondiale Platu 2012 a Cala de’ Medici. Saranno loro l’equipaggio da battere al Campionato nazionale della classe

Tra i due potrebbe insinuarsi l’imbarcazione romana “Di Nuovo Simpatia” di Ferdinando Dandini Sylva, con Jok Galanti al timone e Federico Savoia alle scotte che, a Favignana, ha concluso in terza posizione.
Da tenere d’occhio la siciliana “Poquito Jr” del marsalese Giuseppe Alagna che, con un equipaggio appena formato, ha stravinto in tutti gli appuntamenti del Campionato Invernale Platu 25 in Sicilia. Terzo a Marsala e quinto a Favignana, Giuseppe Alagna potrà ambire a raggiungere importanti risultati a San Vito.

Dal Lago di Como ci saranno “Bambolina” dei fratelli Molfino, che si è aggiudicata quest’anno il Campionato invernale zonale, e “Bambino Viziato” di Simonetta e Richard Martini.

Dal Lazio, oltre “Di Nuovo Simpatia”, arriverà anche la barca degli studenti universitari del Cus Roma Vela (Università Sapienza di Roma): “Gigiò” di Andrea Ginevri con al timone Edoardo Barni, Presidente della classe Platu 25.

“L’appuntamento a San Vito Lo Capo rappresenta un momento molto significativo per la classe italiana dei Platu 25” sottolinea Edoardo Barni. “Non solo si tratta di un’occasione fondamentale di confronto e di sana competizione tra gli equipaggi più forti e preparati a livello nazionale, ma è anche un momento di bilancio e di programmazione. Da San Vito Lo Capo intendiamo far partire un rilancio della classe Platu 25 che ha sofferto, così come è accaduto a quasi tutti i monotipi, di un periodo pesante di crisi”.

www.platu25.it

 

LEAVE A REPLY

Please enter your comment!
Please enter your name here