SHARE

San Vito Lo Capo- Si sono concluse le prime due giornate di regate a San Vito Lo Capo che in questi giorni (e fino a sabato) ospita il Campionato Nazionale Platu 25. Il poco vento (peraltro mai disteso uniformemente sul campo) e, di conseguenza, la molta tattica a cui sono stati “costretti” i 23 equipaggi ha caratterizato le quattro regate disputate fino ad ora.

Al comando l’imbarcazione pugliese Five for Fighting 3 di Tommaso De Bellis, con al timone Andrea Airò e Michele Regolo alla tattica. Male Euz Monella Vagabonda II che, complice anche un OCS nella prima prova odierna, scivola dal secondo al sesto posto, spianando la strada per la vittoria all’equipaggio in maglia rosa dell’LNI di Monopoli.

Infatti, forte dei suoi parziali (1-2-3-2), stacca di ben 13 punti il secondo in classifica Ghibly timonato da Ignazio Bonanno. Il quale, dopo una prima giornata di regate un po’ sottotono, oggi ha regatato meglio, sapendo leggere le insidie del campo di regata. In terza posizione, a pari punti con l’equipaggio della Marina Militare, Poquito Jr.con al timone Giuseppe Alagna che, fino ad adesso, ha dato prova delle capacità del suo equipaggio con il parziale 8-4-5-4.

In primo piano Bambolina di Michele Molfino durante la prova di oggi al Nazionale Platu 25
In primo piano Bambolina di Michele Molfino durante la prova di oggi al Nazionale Platu 25

Regate d’alto livello che hanno messo in luce la bravura degli equipaggi più esperti e più tecnici e che, inoltre, hanno offerto spettacolo anche nelle retrovie, con continui sconvolgimenti in classifica. Questo è stato possibile per due motivi principali: un percorso abbastanza corto (circa 0.8 miglia) e tre giri prima di concludere con il consueto stacchetto al traverso.

Le due prove di oggi, con vento sui 12 nodi all’inizio che poi è andato via via calando e cambiando direzione, sono state vinte da Panza e Presenza (skipper Domenico Campo) e da Euz Monella Vagabonda II con a bordo i due fratelli Montefusco.

Certo, tra domani e sabato, tutto può ancora accadere, come la vela ci ha ormai abituato. Five for Fighting 3 dovrà stare attenta alle incursioni dei suoi avversari, non rischiando più di troppo e mantenendo un atteggiamento sì aggressivo, ma soprattutto di controllo. Questo per non compromettere una classifica che li arride.

Di seguito i primi sei classificati, il timoniere e il  punteggio:
1- Five For Fighting,  Andrea Airò, 8
2- Ghibly, Ignazio Bonanno, 21
3- Poquito Jr., Giuseppe Alagna, 21
4- Dinuovosimpatia, Maurizio Galante, 24
5- Sporting Village-Reale Mutua, Marco Gambardella, 27
6- Euz II, Sandro Montefusco, 30

www.platu25.it

LEAVE A REPLY

Please enter your comment!
Please enter your name here