SHARE

Marina di Grosseto- Una perfetta giornata di tipica brezza maremmana ha permesso al comitato del Mondiale Formula 18 di dare il via a tutte e quattro le prove in programma. Vola il francese Billy Besson con due vittorie nella flotta Gold, con Hugh Styles e Misha Heemskerk che inseguono in seconda e terza posizione.

Di bene in meglio il campo di regata situato di fronte alla Compagnia della vela Grosseto, con un’altra grande giornata di vela e di emozioni, la prima delle finali, caratterizzata da vento da ovest arrivato a soffiare nel pomeriggio fino a 16 nodi e una gran richiesta di sforzo fisico e soprattutto tattico ai 161 team in acqua.

Foto Gandini
Foto Gandini

I francesi Billy Besson e Jeremie Lagarrique sono i veri protagonisti di giornata con due vittorie e due quinti posti. 18 dunque i punti per il team, ora leader indiscusso della classifica generale a una sola giornata dalla conclusione del Mondiale Formula 18.

Dietro all’equipaggio francese secondo posto con 22 punti per il britannico Hugh Styles, prodiere Richard Mason (3, 12, 1, 2), davanti all’olandese Mischa Heemskerk (10, 7, 81 DNC, 1), sul gradino più basso del podio con 33 punti. Quarto posto a 35 punti per Francois Gabart (2, 23, 15, 4), davanti a Mitch Booth (7, 6, 2, 28), quinto con 42 punti è il leader di questa mattina Gurvan Bontemps (28, 8, 3, 81 BFD).

Per quanto riguarda gli italiani, migliori in classifica diventano Carlo de Paoli e Maurizio Stella, 14esimi con 83 punti proprio davanti al duo Bissaro-Cesari, scesi con 87 punti dal 9° al 15° posto.

Domani si attende una nuova giornata di vento e condizioni ideali per regatare, con il comitato che cercherà di dare il via alle ultime quattro prove a partire dalle 12.00, con la premiazione in programma alle ore 18.00 alla Compagnia della vela Grosseto.

Dichiarazioni del giorno:

Mitch Booth, timoniere di ESP 1910: «Buona giornata, peccato per l’ultima prova, abbiamo fatto una partenza perfetta, poi abbiamo sbagliato un mark. Regate bellissime, non è stata una corsa di cavalli, la tattica è stata fondamentale senza però diventare una lotteria. Condizioni perfette, divertente».

Francois Gabart, timoniere di FRA 301: «Due prove bene, due meno, siamo contenti a metà. La Gold come c’era da aspettarsi si è dimostrata difficilissima, con un livello davvero alto. Se prima partendo male potevi comunque recuperare in prova, ora non è più possibile. Abbiamo perso punti ma siamo comunque lì, e domani può succedere di tutto».

Lamberto Cesari, prodiere di ITA 13: «Molto divertente, il vento è cresciuto, siamo riusciti a fare tutte e quattro le prove. La differenza dalle qualificazioni si sente incredibilmente, qualunque errore si paga enormemente. Tutti sono furbi e reagiscono in maniera eretta ad ogni movimento della flotta, per cui è molto difficile. Per quanto riguarda la nostra giornata non sono molto soddisfatto, abbiamo fatto qualche errore di valutazione e di manovra. Abbiamo un po’ di amaro in bocca, vogliamo riscattarci domani».

Olivier Bovyn, presidente classe Internazionale Formula 18: «Quella di oggi è stata la pubblicità perfetta per questa classe e per questo sport in generale. Ogni anno abbiamo sempre avuto dei grandissimi mondiali, grazie anche ai club locali e alle classi nazionali che sfruttano sempre l’occasione per crescere e per dare tutto per questi eventi. E anche quest’anno, con la Compagnia della vela Grosseto e con la Classe Italiana Formula 18, è stato così».

Classifica delle prime 5 posizioni:
1. Besson/Lagarrique (FRA 1796) – (6), 5, 2, 1, 2, 1, 1, (5), 5 – 18 punti
2. Styles/Mason (GBR 7) – 3, 1, 2, 3, (7), 7, 3, (12), 1, 2 – 22 punti
3. Heemskerk/Tentij (NED 1796) – 2 RDG, (18), 1, 1, 10, 1, 10, 7, (81 DNC), 1 – 33 punti
4. Gabart/Vandame (FRA 301) – 2, (81 BDF), 1, 3, 4, 4, 2, (23), 15, 4 – 35 punti
5. Booth/Booth (ESP 1910) – 1, 8, 6, (11), 6, 6, 7, 6, 2, (27): 42 punti

LEAVE A REPLY

Please enter your comment!
Please enter your name here