SHARE

San Francisco, USA- Luna Rossa vince per 1′ 57″ su Artemis la prima regata della semifinale della Louis Vuitton Cup. Il bilancio è una sintesi di episodi che alla fine determinano il delta. Chris Draper sbaglia ancora una partenza, dimostrando poco carisma e la mancanza di quel killer instinct tanto caro ai match racer. Luna Rossa naviga meglio in poppa, più veloce e stabile nel foiling e appare più costante in bolina anche se la tattica di Artemis oggi non è stata male riuscendo ad avvicinarsi nel corso del primo lato controvento. I foil di Artemis non hanno quell’auto portanza che garantisce stabilità, segno evidente del poco tempo a disposizione e del progetto originale nato con altri scopi rispetto al full foiling. Risultato: Luna Rossa vince con merito e porta a casa il primo punto nella strada per la finale di Louis Vuitton contro i kiwi.

Luna Rossa vola al passaggio dalla seconda boa di poppa
Luna Rossa vola al passaggio dalla seconda boa di poppa

Lo skipper Max Sirena ha così commentato: “Finalmente una bella regata, anche se abbiamo sudato freddo: il guasto al clyser dell’ala a pochi minuti dalla partenza proprio non ci voleva. Abbiamo però avuto la soddisfazione di constatare che il lavoro tecnico ma anche e soprattutto il lavoro dell’equipaggio sono in netto progresso. Non è però questo il nostro punto di arrivo e proseguiremo nello sviluppo per essere sempre più competitivi. ”

Luna Rossa segue Artemis dopo la partenza titubante di Draper, ma già alla prima strambata, "seduta" per gli svedesi ef efficace per gli italiani Luna Rossa passerà in testa
Luna Rossa segue Artemis dopo la partenza titubante di Draper, ma già alla prima strambata, “seduta” per gli svedesi ef efficace per gli italiani Luna Rossa passerà in testa

La giornata era iniziata con qualche dubbio di troppo. Le voci, messe in giro evidentemente dai soliti antipradaoracliani, di un Artemis più veloce erano insistenti anche se i dubbi di chi aveva osservato i video nelle fasi di transizione del team svedese restavano. Ma la Coppa è anche guerra di nervi e da Luna Rossa, in effetti, qualche incertezza e paura filtrava dalla coltre di pacata sicurezza imposta dallo skipper Max Sirena. La prima immagine, poi con Luna Rossa costretta a “incerottare” il film aerodinamico dell’ala, a pochi minuti dallo start, preoccupava non poco. La partenza stessa sembrava la personificazione di un incubo. L’AC72 italiano è in ritardo, Artemis non attacca ma Chris Draper resta incerto nel time-distance e non approfitta di un Nathan Outteridge un po’ in anticipo. Risutato: Artemis schizza via per primo dalla linea e alla boa di traverso ha 6 secondi di vantaggio.

I lunarossiani trattengono il fiato, così come immaginiamo Patrizio Bertelli, ma per fortuna su questi attrezzi bisogna pur strambare… La prima manovra, obbligata dopo pochi secondi dalla presenza dei limiti del campo di regata, conferma che per Artemis il foiling è ancora faccenda complessa. La barca si siede letteralmente su entrambi gli scafi rallentando a meno di 20 nodi, mentre Luna Rossa esegue un’ottima foiling jibe e schizza subito in testa passando da “dietro” Artemis. Di lì in poi la conferma di una Luna Rossa in progresso (anche se le prestazioni medie dei kiwi sembrano ancora lontane) e Artemis in seria difficoltà in poppa, con la barca quasi mai stabile e mediamente più lenta di 4-5 nodi rispetto a Luna Rossa.

“Come immaginavamo la maggior differenza di velocità la si è registrata alle portanti e in fase di manovra”, ha spiegato Percy, “Purtroppo la nostra barca non era nata per fare foiling. La posizione e la dimensione dei timoni, così come quella degli elevatori, rendono le strambate difficili, ma miglioreremo. Quando riusciamo a volare siamo veloci”.

Il momento decisivo, Luna Rossa sfila Artemis da sottovento dopo aver strambato in modo nettamente più efficace
Il momento decisivo, Luna Rossa sfila Artemis da sottovento dopo aver strambato in modo nettamente più efficace

In bolina Luna Rossa appare mediamente più veloce anche se Artemis è sembrata in alcune occasioni stringere di più il vento. Nella prima bolina Iain Percy trova ottime virate e riesce a mentenere il distacco entro una manciata di secondi ma la poppa torna a essere decisiva e Luna Rossa naviga veloce e profonda, il che in qualsiasi regata, anche in questi AC72, equivale a vincere. E così è: Luna Rossa, dopo un ultimo lato di poppa assai convincente, va a vincere per 1 minuto e 57 secondi conquistando la prima vittoria in questa Louis Vuitton Cup e il primo punto della semifinale al meglio delle quattro vittorie. Si replica domani sera, sempre alle 22:15 italiane.

Abbiamo seguito la regata alla Dinghy Academy di Valencia insieme a Luca Devoti e a Vasilij Zbogar, olimpionico e neo campione europeo di Finn nonchè timoniere dell’AC45 di GreenComm nelle prime AC World Series. “Che noia, non c’è un’issata, un’ammainata”, dice Zbogar alla fine soffermandosi anche sul fatto che Artemis sollevi troppa acqua nei momenti di foiling. Anche Luca Devoti è d’accordo: “La differenza è stata data dalla forma dei foiling, quelli di Artemis mancano di quell’autoportanza fondamentale negli AC72, con una differenza di 4-5 nodi in poppa non può esserci partita per cui anche una partenza sbagliata passa in secondo piano”.

Le dichiarazioni di Chris Draper a Luca Bontempelli di La Gazzetta dello Sport:

  • Course: Seven legs
  • Course length: 15.83 nautical miles
  • Elapsed time: LR – 43:20; ART – 45:20
  • Total distance sailed: LR – 18.78 NM; ART – 18.69 NM
  • Average speed: LR – 26.04 knots; ART – 24.75 knots
  • Top speed: LR – 39.19 knots; ART – 40.56 knots
  • Wind speed: average 16.1 knots; peak gust 20.4 knots

La gallery di Carlo Borlenghi:

San Francisco, USA- Scatta questa sera la semifinale da dentro o fuori tra Luna Rossa e Artemis Racing. Chi arriverà per primo a quattro successi sfiderà Emirates team New Zealand nella finale di Louis Vuitton Cup, a partire dal 17 agosto. Luna Rossa deve affrontare un team che non ha ancora effettuato nessuna regata ufficiale dopo i noti problemi seguiti al tragico incidente del 9 maggio scorso. Il team di Paul Cayard ha cercato di recuperare il tempo perduto e ieri ha effettuato delle prove di partenza contro i kiwi, in cui si sono evidenziati alcuni problemi di stabilità in manovra.

Luna Rossa ha annunciato che regaterà con la prima ala. Previsto vento forte al limite della praticabilità (il limite è 21,2 nodi per le regata di oggi).

L’appuntamento è per le 13:15 locali, le 22:15 in Italia. Segui qui la diretta streaming della regata. Ecco il player:

Log

22:59 LR va a vincere dopo un’ottima ultima poppa per 1’57” su Artemis. Luna Rossa deve migliorare in partenza ma la velocità di poppa e la stabilità nel foiling sono decisamente un vantaggio per Prada

22:52 1’33” di vantaggio per LR all’ultima bolina. Contro vento Artemis riesce a contenere lo svantaggio ma la differenza in poppa al momento appare enorme

22:41 LR gira boa 4 con 1’06” di vantaggio. la vera differenza sin’ora è data dalla velocità in poppa e dal miglior foiling di Luna Rossa

22:34 Nonostante LR sia più veloce in bolina, Artemis regata meglio e contiene il distacco a soi 21″ alla boa 3. Di poppa LR appare decisamente più veloce.

22:25 Luna Rossa mediamente più veloce in bolina, Artemis mostra quache problema di stabilità, 16-18 nodi di vento.

22:14 LR entra molto in ritardo nell’allineamento, Artemis pare conservativo. LR mostra timore nello scattare e gira la prima boa in ritardo ma poi Artemis si siede nella prima strambata e LR passa in testa

22:12 Piccole riparazione all’ala su una Rossa, una sorta di “cerotti” applicati da un uomo sul banzigo al film aerodinamico sulla parte di sinistra dell’ala.

22:05 Sarà importante vedere come Luna Rossa affronterà la tensione di questa sfida dentro o fuori. Artemis ha un equipaggio assai determinata che potrebbe dare molto se la sfida fosse equilibrata.

Artemis Racing Crew List
Skipper/tactician: Iain Percy (4), Helmsman: Nathan Outteridge (21), Wing trim: Iain Jensen (22), Wing assist: Rodney Ardern (5), Jib trim: Thierry Fouchier (6), Pit: Curtis Blewett (12), Andy Fethers (18), Grinders: Chris Brittle (14), Julien Cressant (8), Craig Monk (15), Sean Clarkson (9)

Luna Rossa Crew List
Skipper/pit: Max Sirena (4), Helmsman: Chris Draper (11), Tactician: Francesco Bruni (9), Wing trim: Xabi Fernandez (14), Wing grind: Lele Marino (13), Trim: Pierluigi de Felice (10), Strategist/grinder: Giles Scott (41), Bow: Nick Hutton (2), Pit/grinder: Freddie Carr (23), Primary grinder: Wade Morgan (88), Freestyle: Marco Montis (51)

I due skipper Max Sirena e Iain Percy. Foto Martin Raget
I due skipper Max Sirena e Iain Percy. Foto Martin Raget

Il video dei test di Artemis ed ETNZL, by John Navas:

Luna Rossa AC72 in foiling. Foto Borlenghi
Luna Rossa AC72 in foiling. Foto Borlenghi

Le semifinali della LVC segnano l’inizio delle dirette televisive negli USA a cura della NBC. Saranno trasmesse a partire da regata 3 e 4.

1 COMMENT

  1. Oltre alla superiorità nel boat handling di luna rossa (anche se mi sarei aspettato un distacco più importante) quello che ho notato è che Artemis viene condotto in maniera molto simile ad un AC45 dove non fanno foiling.

LEAVE A REPLY

Please enter your comment!
Please enter your name here