SHARE

Monaco- Monaco Racing Fleet, il TP52 dello YC de Monaco, con Pierre Casiraghi, Guido Miani e Giorgio Martin, è il vincitore in tempo reale della IX edizione della Palermo-Montecarlo. Il taglio della linea è avvenuto alle 6:08 di oggi 21 agosto. 66 ore, 8 minuti e 30 secondi il tempo impiegato dal TP52.

La vittoria in reale di Monaco Racing Fleet è frutto anche della scelta tattica di lasciare la Corsica a sinistra, allungando la strada verso Montecarlo, per agganciare il Grecale nella fase finale di risalita dell’alto Tirreno. Il piano è riuscito: “Dopo Capo Corso abbiamo issato lo spinnaker e raggiunto velocità anche di 17-18 nodi”, ha raccontato Pierre Casiraghi.

Grande soddisfazione a bordo anche per i più esperti velisti, come Stefano Spangaro: “Questa Palermo-Montecarlo è stata forse più difficile del Fastnet, abbiamo trovato tutte le condizioni di vento, e molti temporali. Questa barca si è confermata eccezionale, e la vela decisiva è stato il Code Zero, che stavolta si è ripagato alla grande. Arrivare primi è sempre una bella soddisfazione.”

Per Guido Miani (YCM), già vincitore di due Palermo-Montecarlo in tempo compensato, è stato importante vedere all’opera alcuni giovani velisti del club: “Ha funzionato assai bene l’integrazione tra giovani e veterani, questa esperienza ci servirà e vogliamo dare continuità all’attività.”

L'equipaggio del TP52 primo in reale
L’equipaggio del TP52 primo in reale

Secondo yacht in tempo reale sul traguardo è Ourdream, il maxi dell’armatore Roberto Colombo (Vela Club Palermo), con lo skipper Maurizio D’Amico, che ha tagliato la linea alle 10:07, quasi 4 ore dopo il leader. Un’ottima regata per questo equipaggio anche considerando che conosce da pochissimo la barca, e viste le condizioni incontrate. “Abbiamo trovato bonaccia persistente nelle prime ore – racconta il presidente Candela – e poi temporali e colpi di vento, fino ai 25 nodi con onda formata che abbiamo affrontato dopo la Corsica. Abbiamo anche rotto una drizza, ma l’equipaggio è stato bravissimo.”

Proseguono gli arrivi pèer poter stilare la classifica in tempo compensato, che sarà anche decisiva per assegnare il titolo italiano offshore 2013, con Mandolino e Prospettica maggiori candidati.
Mandolino, lo Swan 42 di Martino Orombelli con Chicco Isenburg, potrebbe arrivare nel tardo pomeriggio di oggi. A seguire un bel gruppo e una accesa lotta per le migliori posizioni, con la volata-derby tra Extra 1 Lauria, l’X41 di Massimo Barranco, e WB Five la gemella del Circolo della Vela Sicilia con Pietro D’Alì, divise da appena 4 miglia. Quindi Skatska, il 36 piedi di Gordon Kay, Extreme Sail Academy il Class 40 di Sergio Frattaruolo e il Comet 41 Prospettica di Giacomo Gonzi.

http://www.palermo-montecarlo.it

LEAVE A REPLY

Please enter your comment!
Please enter your name here