SHARE

San Francisco, USA-E ora siamo al match point. Dopo la vittoria di oggi in race 7, conquistata da ETNZL per 1’58” su Luna Rossa, il punteggio è 6 a 1, a una vittoria quindi per i kiwi dalla Louis Vuitton Cup e dal ruolo di challenger ufficiale alla 34th America’s Cup (e di speranza di tutti gli appassioinati non oracliani per riportare la Coppa a una dimensione più vera). Luna Rossa oggi ha lottato al massimo delle sue possibilità, solo che se gli italiani toccavano i 43,46 nodi in poppa, i neozelandesi arrivavano addirittura a una punta di 47,18 nodi. A cui fa spalla uno strabiliante 30,3 nodi in bolina nei 22-23 nodi di vento di oggi.

Luna Rossa e il suo timoniere Chris Draper hanno concesso ancora una volta la posizione di sopravvento a NZL in partenza, che equivale a consegnare la regata senza alcuna chance, visto che la buona velocità in poppa (alla boa di poppa erano solo 27 i secondi di ritardo) di Prada non è seguita da una velocità pari a quella kiwi in bolina. Tanto più, come osserva Francesco bruni nella dichiarazione che riportiamo sotto, che il bordeggio in bolina è obbligato dalla corrente e non presenta alcuna chance alternativa.

Luna Rossa in race 7. Foto Martin Raget
Luna Rossa in race 7. Foto Martin Raget

Resta il rammarico di non aver visto almeno una volta avanti Luna Rossa, cosa che con una partenza vinta (ovvero veloci e con l’avversario dietro o sottovento) poteva succedere, anche se alla fine la superiorità del mezzo kiwi e del boathandling è evidente. Ciò senza togliere i giusti meriti a Luna Rossa, che è arrivata a un livello più che accettabile, che solo la strapotenza kiwi, e il fatto che l’AC72 di Grant Dalton è di seconda generazione mentre gli italiani hanno potuto allestire solo una barca visto il ritardo iniziale della campagna, fanno restare nell’ombra.

L’obiettivo di Patrizio Bertelli era di preparare la campagna per la Coppa 35 e questo sembra raggiunto. Domani, alle 13:10 locali (le 22.10 italiane, diretta streaming su farevelanet) assisteremo a race 8.

Superbo lo spettacolo oggi nella Baia, con i due AC72 che letteralmente volavano sull’acqua lasciando due scie di acqua nebulizzata. Resta la domanda su quanti team al mondo siano in grado di permettersi tutto questo. Uno show affascinante, ma che arriva con almeno dieci anni d’anticipo sui tempi.

NZL taglia l'arrivo in race 7
NZL taglia l’arrivo in race 7

Segui qui la diretta streaming, a partire dalle ore 22:00 italiane (start ore 22.10), di race 7 e 8 della finale di Louis Vuitton Cup. Con il punteggio di 5 a 1 per Emirates Team New Zealand, Luna Rossa è chiamata a vincere almeno una regata, altrimenti i kiwi arriverebbero a sette vittorie e alla conseguente vittoria nella Louis Vuitton Cup con il ruolo di challenger ufficiale alla 34th America’s Cup.

LOG

23:15 Il vento è ormai sui 25 nodi. Race 8 è stata rimandata quindi a domani. Il punteggio è 6-1 per ETNZL, che domani sera avrà quindi il primo match point per vincere la Louis Vuitton Cup e diventare il challenger ufficiale della 34esima AC.

22:55 Francesco Bruni ha dichiarato che: “La nostra velocità in poppa è competitiva adesso, in bolina però loro sono un po’ più veloci e il fatto che non si sia nessuna opzione di bordeggio possibile limita molto le possibilità di recupero. In partenza la posizione sopravvento di Barker era molto forte, così come ieri”.

22:46 NZL vince race 7 dando uno show di potenza magnifico, che le ha visto toccare addirittura i 47,2 nodi. Luna Rossa conclude 1’58” dopo pur avendo regatato bene. peccato che anche questa volta la posizione migliore in partenza sia stata data ai kiwi, che da sopravvento hanno puggiato meglio verso la boa. Un vantaggio di cui certo non avrebbero bisogno. vediamo se in race 8, Luna Rossa riuscirà a fare meglio rimandando a domani la fine della Louis Vuitton Cup. La regata si è svolta con vento al limite. Il punteggio è ora 6-1 per ETNZL su LR.

22:35 Dopo una partenza fotocopia di quella di ieri, NZL sopravvento puggia meglio verso boa 1 che gira con 4″ di vantaggio. LR regata oggi bene ed è spesso oltre i 40 nodi in poppa. I kiwi toccano i 44 nodi per un istante. Alla boa di poppa sono 27″ di vantaggio per i kiwi. LR sta dando il massimo, anche se rimane il problema dell’incisività in partenza. Grande show oggi, con gli AC72 che volano letteralmente sull’acqua.

22:10 Vento al momento sui 21-22 nodi, con corrente entrante di 1,9 nodi. La regata è al momento posposta. Ricordiamo che il limite, imposto per motivi di sicurezza dopo l’incidente ad Artemis del 9 maggio scorso, è molto basso, 22,3 nodi. Le barche sono in attesa.

Luna Rossa on board. Foto Borlenghi
Luna Rossa on board. Foto Borlenghi

Luna Rossa Piranha campione delle ACWS

Una buona notizia per Luna Rossa viene dalle AC World Series, la serie di eventi disputati con gli AC45 che vedono ora il loro campione in Luna Rossa Piranha. Ciò perché le imbarcazioni AC45 Oracle Team USA Spithill, Oracle Team USA Coutts e BAR si sono ritirate come noto in seguito alla protesta del Direttore di Regata per irregolarità di stazza (caso AC45 regola 69 che viene discusso in questi giorni dalla Giuria Internazionale).
La Giuria Internazionale, pertanto, ha rivisto le classifiche delle America’s Cup World Series, assegnando il titolo assoluto e il titolo della classifica di flotta della stagione 2012/2013 a Luna Rossa Piranha.

LEAVE A REPLY

Please enter your comment!
Please enter your name here