SHARE

Marina di Campo- Si è conclusa oggi la Coppa Primavela disputata nel Golfo di Campo, all’Elba. L’incantevole golfo è stato pacificamente invaso da oltre 300 piccoli velisti e da più di 100 tra tecnici, accompagnatori e genitori. La manifestazione di vela giovanile più importante dell’anno era riservata a regatanti nati tra il 2002 e il 2004, con organizzazione del Club del Mare di Marina di Campo e del Comitato Circoli Velici Elbani.

Optimist, la gioia delle prime regate, puro divertimento all'Elba. Foto Taccola/FIV
Optimist, la gioia delle prime regate, puro divertimento all’Elba. Foto Taccola/FIV

A porgere il saluto finale a tutti i protagonisti di questa kermesse, il Presidente della Federazione Italiana Vela e dell’ISAF Carlo Croce, giunto all’Elba di persona per seguire dal mare le regate finali di questa Coppa Primavela e per officiare alla premiazione che si è svolta nel pomeriggio in piazza Dante, davanti al palazzo del Comune di Marina di Campo.

Oggi una leggera brezza, rinforzata nel corso del pomeriggio, ha consentito ai Comitati di Regata divisi nei tre campi in cui erano spalmati i regatanti delle classi Optimist, Techno 293 e L’Equipe U12, di far disputare le ultime della serie. Da segnalare inoltre che durante la cerimonia di premiazione sono stati consegnati anche i premi, realizzati dall’artista locale Luca Polesi, ai vincitori del concorso nazionale di disegno dedicato alla Primavela – Tommaso Ascolani (per la classe Optimist) della Scuola “A. Marchegiani” di San Benedetto del Tronto (AP) e Jasmine Costa (per la classe Techno 293) della Scuola Primaria “T. Tesei” di Marina di Campo (LI) – nonché il Trofeo Lorenzo Cecchi, dedicato alla memoria del giovane allenatore di windsurf scomparso prematuramente sette anni fa e assegnato ad Elias Geler (AV Lago di Caldaro) quale regatante più giovane della classe Techno 293.

Equipe Under 12. Foto Taccola/FIV
Equipe Under 12. Foto Taccola/FIV

Classe L’Equipe U12 (23 barche)
1.Matteo Di Pede-Nicolò Mibelli (Club del Mare Marina di Campo) 6 punti (1-4-2-1-1-1); 2.Lorenzo Marzocchini-Paolo Arnaldi (Cv Marciana Marina) 12 punti (2-1-4-3-2-5); 3.Lucille Frascari-Sofia Stefanelli (Planet Sail Bracciano) 20 punti (3-5-1-5-15-6).

Classe Techno 293 – 2002 (27 barche)
1.Edoardo Tanas (Fraglia Vela Malcesine) 17 punti (1-11-1-1-5-5-3-1); 2.Gabriele Guella (Circolo Surf Torbole) 20 punti (2-1-4-8-1-3-4-5); 3.Marta Monge (CN Loano) 26 punti (6-2-2-6-8-2-1-7).

Classe Techno 293 – 2003/2004 (33 barche)
1.Davide Antognoli (Nauticlub Castelfusano) 6 punti (1-1-1-3-1-2); 2.Alessandro Atria (SC Sardinia) 12 punti (2-4-2-1-3-5); 3.Alessandro Tomasi (Circolo Surf Torbole) 13 punti (3-3-4-4-2-1).

Classe Optimist – Coppa Primavela 2004 (66 barche)
1.Davide Manica (YC Sanremo) 7 punti (1-4-1-6-1); 2.Matteo Pecoraro (Compagnia della Vela di Venezia) 12 punti (2-1-4-5-13); 3.Andrea Nordio (SV Barcola Grignano) 24 punti (12-2-7-3-5).

Classe Optimist – Coppa Cadetti 2003 (79 barche)
1.Joi Lasse Werper (CN Amici della Vela di Cervia) 25 punti (2-15-3-BFD-5); 2.Federica Costoli Benvenuti (LNI Ancona) 26 punti (14-2-8-24-2); 3.Gaja Pelà (CV Duino) 27 punti (1-16-11-7-8).

Classe Optimist – Coppa Presidente 2002 (83 barche)
1.Gregorio Moreschi (Fraglia Vela Riva) 22 punti (4-3-14-1-18); 2.Tinej Sterni (CN Triestino) 24 punti (1-1-16-6-39); 3.Matteo Dorotini (LNI Venezia) 33 punti (16-15-1-51-1).

 

“Ho fatto di tutto per essere qui a Marina di Campo per la Coppa Primavela, perché si tratta di una manifestazione d’importanza assoluta per tutta la Federazione Italiana Vela e anche per me, da un punto di vista prettamente personale”, ha dichiarato il Presidente della FIV Carlo Croce, visibilmente soddisfatto dopo aver passato qualche ora in mare per osservare le regate. “Credo che sia la più bella regata dell’anno e, ci tengo a sottolinearlo, vorrei che fosse a tutti gli effetti una “primavela”, ovvero un evento dove i ragazzi pensino a divertirsi e a condividere con i propri compagni di mare la sana passione per la vela, che in fin dei conti rappresenta uno splendido denominatore comune: è una primavela, lo ripeto, e deve restare tale, altrimenti rischia di perdere il suo significato originale”.

“Abbiamo concluso il programma e questa era la cosa più importante”, ha detto il presidente del Club del Mare Massimo Segnini, “spero e credo che sia andato tutto bene e ringrazio tutti coloro che ci hanno dato una mano, in primo luogo tutti i volontari, le istituzioni, il Comune, gli sponsor, la Moby per le convenzioni, le forze dell’ordine, i soccorritori e il centro commerciale naturale di Campo”.

La gallery finale di Fabio Taccola/FIV:

LEAVE A REPLY

Please enter your comment!
Please enter your name here