SHARE

San Giorgio di Nogaro- È stata presentata pochi giorni fa alla stampa la spedizione commemorativa “Pigafetta 500” che prenderà il via domani dal marina San Giorgio di Nogaro. Organizzata dall’Associazione Pigafetta 500 e dalle sezioni della Lega navale italiana e dalle associazioni veliche del vicentino, celebrerà il cartografo italiano Antonio Pigafetta che nel XVI secolo accompagnò Ferdinando Magellano alla ricerca di una via alternativa per raggiungere le ricche isole delle Spezie e a cui si deve la pubblicazione, tra il 1524 e il 1525, della “Relazione del primo viaggio intorno al mondo”, celebre resoconto della prima circumnavigazione del globo.

Il viaggio, della durata di 18 mesi e suddiviso in 38 tappe, ripercorrerà la rotta di 38.000 miglia seguita all’epoca dall’umanista vicentino (e che il navigatore portoghese non riuscì mai a completare perché ucciso nelle Filippine), doppierà i tre Capi (Horn, Buona Speranza e Leeuwin) e toccherà le sponde di alcune località come San Lucar de Barrameda, Rio de Janeiro, Buenos Aires, Bahia Blanca dove si festeggerà il Capodanno 2014, i Canali del Cile, l’Isola di Pasqua, Tahiti, Pitcairn (l’Isola degli Ammutinati del Bounty), l’intatta Polinesia Francese, il meglio del Pacifico, Samoa e la Micronesia, Bali, l’oceano Indiano lungo l’equatore toccando Christmas, Cocos, Chagos, Seychelles, Madagascar e quindi il Sudafrica.

Durante la conferenza stampa al marina San Giorgio di Nogaro è stata presentata la spedizione commemorativa Pigafetta 500 per celebrare il noto cartografo vicentino
Durante la conferenza stampa al marina San Giorgio di Nogaro è stata presentata la spedizione commemorativa Pigafetta 500 per celebrare il noto cartografo vicentino

La barca  si chiama Adriatica, lo sloop di 22 metri reso famoso dal programma televisivo “Velisti per caso”, condotto da Patrizio Roversi e Syusy Blady che saranno a bordo per alcune tratte. La barca salperà quidni domani dal fiume–canale Corno alla volta di una piattaforma al largo di Venezia, dove sarà effettuata la taratura definitiva degli strumenti scientifici di bordo, forniti dal Consiglio nazionale delle ricerche di Venezia (Ismar-Cnr). Perché l’altro scopo con cui si è deciso di organizzare la spedizione è stato quello di raccogliere dati sullo stato di salute e sulla dinamica degli Oceani, elementi utili per valutare i cambiamenti climatici globali. Sarà così effettuato il primo rilevamento in continuo della salinità e temperatura dei mari del Pianeta con campionamento interattivo, deciso in remoto e visualizzabile on line (http://www.ismar.cnr.it).

Nella cartina è riportato il viaggio di Ferdinando Magellano, a cui prese parte anche l'italino Pigafetta.
Nella cartina è riportato il viaggio di Ferdinando Magellano, a cui prese parte anche l’italino Pigafetta.

“Una sonda multi-parametrica consentirà la misura di temperatura e salinità superficiale del mare, collegata con la centralina meteo di ʻAdriaticaʼ che fornirà in contemporanea la posizione, la temperatura e l’umidità dell’aria, il vento e la velocità delle correnti marine”, spiega Andrea Bergamasco, ricercatore dell’Ismar-Cnr e referente scientifico della spedizione. “L’osservazione di queste caratteristiche oceanografiche principali permetterà di capire lo stato fisico attuale degli oceani, la loro evoluzione e le relative ripercussioni meteo-climatologiche, alla ricerca di elementi utili per capire dinamica e ragioni dei cambiamenti in corso”.

Al viaggio potranno prender parte sia velisti esperti sia principianti. A ogni tratta potranno iscriversi massimo 8 persone. La durata totale della spedizione sarà di 610 giorni e il rientro è previsto per il 25 aprile del 2015.

Scheda tecnica Adriatica:
Lunghezza scafo  22 m
Larghezza  5,5 m
Immersione  4 m
Sup. velica  199 mq
Cabine 5 (doppiee triple)
Bagni 5

www.pigafetta500.it

LEAVE A REPLY

Please enter your comment!
Please enter your name here