SHARE

San Francisco, USA- Una spettacolare dimostrazione di potenza ha portato i kiwi a tre successi dalla riconquista dell’America’s Cup. Sarà il colpo del KO per Oracle Team USA? L’umore del team defender è nero come le divise degli All Black kiwi. Quando, come in race 5, parti davanti di 9 secondi e poi perdi per 46″ vuol dire che l’altro va di più. Race 7 è stata dominata dall’inizio dai kiwi, con Spithill che lascia il sopravvento a Barker che spegne immediatamente il residuo lumicino di speranza americana. Regata senza storia, conclusa con 1’05” di vataggio per ETNZL, che si porta ora a 6 punti contro il -1 di Oracle Team USA.

Race 8 e 9 si disputeranno sabato 14 settembre, sempre a partire dalle 22:15 italiane. Potrebbero portare al match point kiwi, che si disputerebbe poi domenica 15.

ETNZL precede USA nel bordeggio di race 6. Foto Martin Raget
ETNZL precede USA nel bordeggio di race 6. Foto Martin Raget

Race 6 Performance Data

Course: 5 Legs/10.14 nautical miles
Elapsed Time: ETNZ – 31:39, OTUSA – 32:26
Delta: ETNZ +:47
Total distance sailed: ETNZ – 12.3 NM, OTUSA – 12.3 NM
Average Speed: ETNZ – 23.43 knots (27 mph), OTUSA – 22.91 knots (26 mph)
Top Speed: ETNZ – 38.55 knots (44 mph), OTUSA – 40.21 knots (46 mph)
Windspeed: Average – 11.6 knots, Peak – 13.4 knots

Race 7 Performance Data

Course: 5 Legs/10.14 nautical miles
Elapsed Time: ETNZ – 24:48, OTUSA – 25:54
Delta: ETNZ +1:06
Total distance sailed: ETNZ – 11.6 NM, OTUSA – 12.0 NM
Average Speed: ETNZ – 28.32 knots (32 mph), OTUSA – 27.86 knots (32 mph)
Top Speed: ETNZ – 44.73 knots (51 mph), OTUSA – 41.00 knots (47 mph)
Windspeed: Average – 16.3 knots, Peak – 17.8 knots

Gli squali della Baia sono in allarme. Ben Ainslie sale a bordo di Oracle Team USA per le due regate di oggi come tattico del defender. John Kostecki sbarcato. Riusciranno i neozelandesi a resistere al prevedibile assalto oracliano guidato da colui che è riuscito a frantumare le resistenze psicologiche di fior di campioni della vela olimpica… e di qualche malcapitato fotografo. Certo un AC72 non è un Finn, ma questa giornata rischia di essere ricordata come una delle più intense della storia della Coppa. L’impero Oracle che si affida a Sir Ben Ainslie (già, ma perché non lo hanno fatto prima?) come ultima spiaggia prima del tracollo. I kiwi che si affideranno alla loro scientifica freddezza, alla superiore velocità in bolina e allo spirito di corpo. Prevedibile un corpo a corpo senza prigionieri, tutto da seguire.

Per farlo guarda qui la diretta streaming, a partire dalle ore 22. Race 6 alle 22.15 italiane. Race 7 dalle 23:15.

Sulla nostra pagina Facebook aggiornamenti, commenti e video live.

Durante le regate commento sulla nostra pagina twitter.

Race 6 Quando vinci una partenza di 9 secondi e perdi di 46 sull’arrivo dopo un serrato match race, ti chiedi se hai ancora qualche chance di difendere una Coppa che inesorabilmente sta per attraversare il Pacifico per approdare di nuovo ad Auckland. La quinta vittoria di ETNZL pare dovuta alla maggior capacità di virare e navigare in bolina dei kiwi. Il fiocco autovirante e più piccolo dei kiwi dà un buon vantaggio. Nel momento decisivo, poi il tattico Ray Davies è stato ancora una volta eccelso, posizionandosi prima egregiamente per splittare al cancello di poppa e ordinando poi di puggiare nell’incrocio da mure a dritta a metà della bolina, con Spithill che ha docuto necessariamente rispondere abbasando le sue prue per passare di poppa, come richiesto dal regolamento. Il risultato è che NZL è andato dove voleva uscendo in splendida accelerazione per poi chiudere la partita all’incrocio successivo. Di lì in poi solo virate in faccia e controllo.

Ben Ainslie e Tom Slingsby avevano fatto un lavoro egregio in partenza, riuscendo a confondere il time on distnce di Barker, partito con 9 secondi e in coda. Alla prima strambata però USA cade dai foil consentendo a NZL di riportarsi subito a contatto. Ciò ha consentito a Davies di impostare un bordeggio di poppa in grando di separarsi, con Ainslie che ha invece stranamente scelto la boa di sinistra che implica una virata in più per rientrare poi nel cono di meno corrente a sud di Alcatraz.

Le facce su Oracle sono sembrate rassegnate, con Ainslie impotente e Spithill un po’ a corto di argomenti.

Dopo race 6: ETNZL 5 vs Oracle Team USA -1

Il giorno del giudizio finale inizia con una bassa nebbia mista a pioggerellina. La situazione vede ETNZL a 4 punti e Oracle Team USA a -1 (quattro vittorie contro una nelle cinque regate disputate). 9 i punti necessari ai kiwi, 11 quelli per gli americani.

Il dato ufficiale dell’audience televisiva negli Stati Uniti, con la diretta della NBC, è stato di 1,2 milioni martedì scorso per race 5. Così ha riposto il CEO Stephen Barclay poco fa al media briefing.

Il vento previsto per oggi, ha detto Iain Murray, è tra i 16 e i 18 nodi, con 1,9 nodi di corrente entrante, quindi contraria alla bolina, per race 1, un po’ meno per race 2.

Tutti gli occhi su SuperBen Ecco qui sotto il ghigno di Ben Ainslie durante la presentazione di team, svoltasi alle 11:45 ora locale qui all’AC Park di San Francisco. Chi avrà più paura? Oracle della velocità di NZL o i kiwi degli attacchi di SuperBen, che ha detto che l’unico obiettivo di oggi è vincere. Grant Dalton, serafico, ha detto che per i kiwi si tratta solo di un altra giornata in ufficio. Spithill ha detto che avere 5 ori olimpici alle spalle un po’ di sicurezza la dà… Lo splendore della vela olimpica finalmente sfonda in America’s Cup con Ainslie e Slingsby. Ne vedremo delle belle oggi…

Ben Ainslie durante la presentazione. Foto Tognozzi
Ben Ainslie durante la presentazione. Foto Tognozzi

Il video della presentazione dei due team:

Ben Anslie e Tom Slingsby al grinder nell'allenamento di ieri. Foto Martin Raget
Il tattico Ben Anslie e lo stratega Tom Slingsby al grinder nell’allenamento di ieri dietro al timoniere Jimmy Spithill. Foto Martin Raget

2 COMMENTS

  1. E<adessi il mitico Russel deve recuperare 7 regate……. si ma nella prossima coppa a Aukland.
    By by Mr ELLISON che sapore ha perdere……..sul campo di regata e non nelle aule di tribunale !!!!!!!

    • ti appoggio al 100% BrunoF55 ed anzi metterei sotto processo quei due deficienti che hanno rovinato la coppa e creato questo ridicolo circo; grazie kiwi che ce ne state liberando.

LEAVE A REPLY

Please enter your comment!
Please enter your name here