SHARE

Domaso- Si è concluso a Domaso, sul Lago di Como, il Campionato Nazionale H22 che, con la regia dell’ Associazione Italiana H22 e del Circolo Vela Canottieri Domaso. Centra il successo ITA 112 KIKKIO timonato da Alberto Valli del Vela Club Desenzano che batte nell’ordine ITA 132 ROTTA 390 di Umberto Benvenuto del Circolo Vela Canottieri Domaso e ITA 122 BLANCA timonata da Federico Spata, nipote di Roberto Spata che ha portato in Italia e che promuove l’H22 One Design.

Numerosa e agguerrita la partecipazione al Campionato Nazionale che ha visto, oltre ad equipaggi italiani, la presenza di imbarcazioni provenienti anche dalla Svizzera e dalla Francia e di un equipaggio svedese su una imbarcazione italiana. A questi ultimi era dedicato il Trofeo Euro Cup per il primo straniero classificato e la vincitrice è stata l’imbarcazione svizzera Breva di Alberto Castelli del Circolo Vela Lago di Lugano. Infine, il Trofeo New Wind per il miglior timoniere/armatore è stato consegnato da Roberto Spata ad Alberto Valli di KIKKIO.

H22 in regata. Foto Tosca Zambra
H22 in regata. Foto Tosca Zambra

Il fine settimana è stato caratterizzato da condizioni climatiche variabili con “Breva” da Sud di intensità medio-leggera nei primi due giorni di regata e che ha consentito agli organizzatori di completare tutte le sei prove in programma; nulla di fatto, invece, per la giornata di domenica. Grande spettacolo a terra: l’Associazione Italiana H22, con l’aiuto del CONI, della Regione Lombardia e con
l’intervento di importanti sportivi testimonial dell’evento, ha organizzato per la serata di venerdì una VIP race, che non è stato possibile disputare a causa delle avverse condizioni climatiche.

Tutti presenti gli sportivi che hanno presentato, con la Classe H22, un progetto di solidarietà con un
versamento benefico a favore della ricostruzione dei campi sportivi distrutti dal terremoto dell’Emilia
Romagna. Gli sportivi intervenuti sono stati: il Campione Olimpico e Assessore allo Sport della Regione
Lombardia Antonio Rossi, il giovane canottiere Simone Molteni, il recordman delle 50 ore a 10 metri di
profondità Danilo Bernasconi e Arjola Trjni, recente vincitrice di 2 argenti e 2 bronzi ai campionati mondiali di
nuoto di Special Olympics.
www.h22.it

LEAVE A REPLY

Please enter your comment!
Please enter your name here