SHARE

Portosin, Spagna- Iniziato oggi a Portosin, in Galizia, il Campionato Mondiale Platu 25. Sono 33 le imbarcazioni sulla linea di partenza, con una maggioranza schiacciante di equipaggi spagnoli. Anche se il numero dei partecipanti non è elevato, la qualità tecnica di timonieri e membri dell’equipaggio è notevole. I defender del titolo, gli italiani di “Euz II Monella Vagabonda” di Antonio Lanera, con Sandro Montefusco al timone, forti di due titoli di Campioni del Mondo (a Gmunden nel 2011 e a Cala de’ Medici nel 2012) e di ben tre titoli di Campioni Italiani, saranno l’unico equipaggio tricolore presente e se la dovranno vedere con i fortissimi iberici e con alcuni degli equipaggi tedeschi più agguerriti.

Il Platu 25 di Sandro Montefusco
Il Platu 25 di Sandro Montefusco

Da tenere d’occhio, “Leaseplan Industrial”  timonata da Gonzalo Araujo, che ha partecipato alla  Volvo Ocean Race e con il campione olimpico (prodiera di match race)  Sofia Toro a bordo. Ci sarà naturalmente il nemico di sempre, la fortissima “Mar de Frades” con al timone il campione olimpico Antón Paz, già una volta campione del Mondo e per due volte sul secondo gradino del podio. L’anno scorso, a Cala de’ Medici, il confronto tra Sandro Montefusco e Antón Paz è stato serratissimo e solo nelle due ultime prove  “Euz II Monella Vagabonda” è riuscita ad assestare all’avversario il colpo fatale. Quindi “Mar de Frades” farà di tutto a Portosin per riconquistare il titolo. E poi  “Pazo de Cea”, con  Laureano Wizner , skipper di Coppa America e la temibilissima “Bribón-Movistar” con  Gustavo Martínez Doreste.

Altra imbarcazione che potrebbe creare grossi problemi all’equipaggio pugliese di “Euz II Monella Vagabonda” è la spagnola “RedBull Racing Eyewear”  con a bordo Toni Rivas (15 volte campione spagnolo). Anche il Portogallo non è da meno e schiera  “B Douro” con Alvaro Marinho, altra medaglia olimpica a bordo,  e “Credite EGS” con Afonso Domingos.

 

LEAVE A REPLY

Please enter your comment!
Please enter your name here