SHARE

Aquileia- Sarà presentato ufficialmente al Boot di Düsseldorf (18-26 gennaio) il Solaris 58, la neonata in casa Se.Ri.Gi. Anche in questa occasione il cantiere italiano si è affidato alla matita del noto architetto Javier Soto Acebal, con cui ha ormai iniziato un’intensa e fruttuosa collaborazione che ha portato il boatyard a divenire uno dei punti di riferimento per il fast cruising.

Grande attenzione è stata posta nella progettazione dello scafo e delle linee d’acqua, sintesi di diverse carene studiate con prove in vasca. Allo stesso modo la distribuzione dei pesi: tutti i pesi variabili sono posti a centro barca così da mantenere sempre l’imbarcazione nel suo assetto ideale. Il „chine“ alto, che caratterzza gli scafi Solaris degli ultimi anni, è necessario per dare una maggiore rotondità alle uscite di poppa con conseguente drastica riduzione del trascinamento: a questa scelta progettuale è stata abbinata una prua leggermente rovescia.

Tutte le manovre arrivano in un bridge deck separato che accoglie i winch, posti accanto alla timoneria per rispettare la filosofia moderna dell’easy sailing.

Il Solaris 58 sarà presentato ufficialmente al Boot di Dusseldorf (18-26 gennaio)
Il Solaris 58 sarà presentato ufficialmente al Boot di Dusseldorf (18-26 gennaio)

Il piano velico è personalizzabile in base alle esigenze dell’armatore così come la configurazione degli interni. L’armatoriale è prevista a prua e prevede un grande letto matrimoniale con bagno dedicato e box doccia separato che divide dalla calavela – o dalla cabina marinaio – con accesso diretto dall’interno.

Da notare nel rendering il disegno della tuga che, pur conservando le altezze di una flush deck, include a prua un’ampia finestratura. Il quadrato risulta essere così molto luminoso e garantisce una panoramicità a 360 gradi.

Scheda Tecnica:
Progetto: Soto Acebal
Lunghezza scafo: 17,40 m
Larghezza: 5,05 m
Immersione: 2,80 – 3,20 m

www.solarisyachts.com

1 COMMENT

LEAVE A REPLY

Please enter your comment!
Please enter your name here