SHARE

Genova- La tassa del possesso sulle barche già pagata per il 2013 sarà rimborsata. Lo ha annunciato oggi al Salone di Genova il direttore dell’Agenzia delle Entrate Attilio Befera. Ricordiamo che in un primo momento la tassa era stata soppressa al 2014 e che per il 2013 era invece dovuta. Si è poi creato un notevole avanti e indietro di legislazione e regolamenti che ha lasciato molti armatori nell’incertezza, pagarla o no e cosa fare se la si era già pagata? Ora arriva questo chiarimento, ci auguriamo definitivo. A breve dovrebbero essere rese note le istanze per il rimborso.

Al Salone di Genova, intervenendo a un incontro organizzato da Ucina Confindustria Nautica, il direttore dell’Agenzia delle Entrate  ha illustrato “il nuovo corso” del Fisco, “che comincia a guardare al settore come un elemento di sviluppo e non solo come bacino di prelievo”. Befera ha ricordato l’intervento del Governo sulla tassa che grava sui proprietari di barche: “un brutto pasticcio fatto di fughe in avanti e precipitose marce indietro che ha creato grande confusione e, se possibile, alimentato ulteriore sfiducia verso l’Italia nautica anche da parte dei ricchi armatori stranieri. Veloci nel trasferire le proprie barche verso porti più amichevoli del Mediterraneo”.

La vela è ancora il settore trainante della nautica. rispetto al motore le sue banchine sono sempre state affollate di persone e curiosi con un continuo saliscendi sulle barche esposte
La vela è ancora il settore trainante della nautica. rispetto al motore le sue banchine sono sempre state affollate di persone e curiosi con un continuo saliscendi sulle barche esposte

Presentando il volume “Nautica e fisco”, un compendio di tutte le norme che interessano del settore, nella prefazione Il direttore dell’Agenzia delle Entrate ha dichiarato: “con il nuovo Redditometro è stato compiuto un importante passo nei confronti delle richieste di UCINA che richiedeva appunto la fine della penalizzazione degli appassionati del mare rispetto a chi sostiene spese per altri beni”.

Si è poi posto il problema per chi aveva pagato la tassa 2013. Befera ha annunciato che è in corso di definizione l’istanza di rimborso. Quindi chi ha pagato in base al vecchio provvedimento potrà ottenere indietro i soldi versati prima del “ripensamento” del Governo.

6 COMMENTS

  1. Il Dott. Attilio Befera non sa quello che dice e farebbe bene a tacere. Un nuovo spot pubblicitario ad affetto di una vaghezza intollerabile da una persona che dovrebbe ponderare bene le sue parole. Povera Italia!
    Antonio Bacheca

LEAVE A REPLY

Please enter your comment!
Please enter your name here