SHARE

Portovenere- (Vanni Galgani)  Un evento senza precedenti: così sono state giudicate dai partecipanti le prove per la tappa mediterranea del concorso internazionale European Yacht of the Year, di cui FareVela è unico partner italiano. Dopo il successo dell’edizione 2012 a La Spezia dove, ricordiamo, i giurati sono stati ospitati con calore dalla città e dalla Marina Militare, quest’anno è stato addirittura un trionfo. Infatti per l’edizione 2013 la tappa sud delle prove si è svolta nel borgo storico di Portovenere, porta a ovest del golfo di La Spezia. Un bel contrasto con le torbide e trafficate acque di Southampton, dove si è svolta la tappa nel nord Europa, che ha dimostrato ai 14 giornalisti provenienti da 11 nazioni europee e ai 10 equipaggi di 6 diverse nazionalità la vera natura, la bellezza e l’ospitalità del nostro Paese.

Le barche dello EYotY a Portovenere. Foto Bertel Kolthof
Le barche dello EYotY a Portovenere. Foto Bertel Kolthof

Portovenere ha fornito sicuri ormeggi alle 10 barche coinvolte, mentre il borgo ha accolto e rifocillato giurati ed equipaggi con alloggi panoramici e cibi tipici, creando un’atmosfera di amicizia e di intimità impagabile. Perfette anche le condizioni meteo riscontrate durante i 3 giorni di intense prove, dalle tipiche brezze mediterranee alla burrasca di giovedì che ha fatto registrare oltre 40 nodi di vento durante le prove con punte di 63 durante la notte.

Dehler ed Elan a confronto. Foto Bertel Kolthof
Dehler ed Elan a confronto. Foto Bertel Kolthof

Tra le barche in mostra, le uniche due rappresentanti italiane di questa edizione, dirette concorrenti tra loro nella categoria Luxury Cruiser: l’Ice 62, elegante fast cruiser realizzato da Ice Yachts su progetto di Umberto Felci, e il Mylius 18E35, modello di punta della gamma Mylius che ha riscosso grandi apprezzamenti ai recenti saloni autunnali. Presente in anteprima mondiale, molto interesse ha suscitato anche l’ultima rivoluzione Bénéteau, in nuovissimo Oceanis 38, che compete nella categoria Family Cruiser.

I giurati dello EYotY. Per l'Italia il nostro tester ufficiale per lo EYotY Vanni Galgani. Foto Bertel Kolthof
I giurati dello EYotY. Per l’Italia il nostro tester ufficiale per lo EYotY Vanni Galgani. Foto Bertel Kolthof

A conclusione dell’evento che, tra equipaggi e giornalisti, ha coinvolto quasi 50 persone, un’ovazione nei riguardi del borgo marinaro, perfetto ospite e cornice meravigliosa per un evento che, ci auguriamo, potrà diventare un appuntamento fisso per il concorso. Come ogni anno, i vincitori della competizione verranno svelati durante il primo week-end del Boot di Düsseldorf.

1 COMMENT

LEAVE A REPLY

Please enter your comment!
Please enter your name here